Regionali, presunte firme false per Formigoni: 10 consiglieri indagati

La procura ha individuato circa 770 firme false sulle 3.800 raccolte per le ultime Regionali dal listino «Per la Lombardia» di Formigoni. Una decina di consiglieri comunali e provinciali Pdl indagati. I nomi

La procura ha individuato circa 770 firme false sulle 3.800 raccolte per le ultime regionali dal listino «Per la Lombardia» di Roberto Formigoni. Una decina di consiglieri comunali e provinciali di tutta la Lombardia è stata iscritta nel registro degli indagati con l' accusa di falso ideologico che prevede la condanna da 2 a 6 anni di reclusione.

INVITO IN PROCURA - Proprio ieri i consiglieri che hanno «convalidato» le firme per le elezioni dello scorso 28-29 marzo hanno ricevuto un invito a comparire in procura per un interrogatorio. La falsità delle firme è stata accertata non con una perizia calligrafica, ma convocando uno per uno in procura tutti i firmatari, 770 dei quali circa, in relazione al listino bloccato, hanno disconosciuto la propria firma. Per questo motivo le fonti di prova raccolte sono state definite «granitiche» dagli inquirenti.

I NOMI - Tra i consiglieri provinciali destinatari di un invito a comparire in procura con l'ipotesi di falso ideologico ne figurano quattro della Provincia di Milano. Tra questi figurano Massimo Turci, capogruppo, e Barbara Calzavara.

L'ATTACCO RADICALE: "TRUFFA ELETTORALE" - «L'indagine della Procura di Milano ha fatto emergere una quantità di falsi molto superiore a quella che avevamo trovato con i nostri mezzi. Si tratta di una truffa elettorale realizzata attraverso un'attività di falsificazione massiccia che non può che configurare il reato di associazione per delinquere contro i diritti civili e politici dei cittadini: un'associazione per delinquere che è stata coordinata da un responsabile che spetterà alla magistratura individuare, senza limitarsi agli esecutori materiali. Sempre sul piano formale e giudiziario, è ora doveroso che la giustizia amministrativa prenda atto dell'inesistenza delle firme valide per la presentazione del listino Formigoni e riconosca il diritto dei cittadini lombardi ad elezioni legali». Lo dichira Marco Cappato, della lista Bonino Pannella.

PODESTA': "SOLIDARIETA' CONSIGLIERI" - «Desidero esprimere solidarietà e vicinanza ai consiglieri provinciali del Pdl e agli altri rappresentanti del partito raggiunti da avviso di garanzia in merito all'inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Milano in relazione alla presentazione, in vista delle Regionali 2010, della lista »Il Popolo della libertà Berlusconi per Formigoni« e del listino "Per la Lombardia"». Lo ha dichiarato, in serata, il presidente della Provincia, Guido Podestà. «Rimango, comunque, fiducioso sia riguardo l'operato della Magistratura sia sulla circostanza che tutti i componenti del Pdl sapranno chiarire la loro posizione nel più breve tempo possibile. Auspico, infine, che pure questa inchiesta induca il Parlamento a procedere a una revisione delle normative attualmente vigenti in materia di presentazione delle liste elettorali».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FIRME PDL - Ancora non è noto il numero delle presunte firme false raccolte anche dalla lista del Pdl, oltre che quella di Formigoni, che tra l'altro non è stata oggetto di contestazione da parte dei Radicali. A quanto si apprende, il dato è emerso quando qualcuna delle circa 770 persone che hanno disconosciuto la propria firma da quelle raccolte per il listino bloccato «Per la Lombardia», ha dichiarato agli inquirenti di aver dato la propria firma per un'altra lista. Gli inquirenti hanno poi trovato la loro firma sulla lista del Pdl, ma le stesse persone hanno escluso di aver firmato per la lista «Il popolo della libertà Berlusconi per Formigoni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, passante insegue un rapinatore in metro e con un pugno lo riduce in coma

  • Incidente a Milano, scontro tra monopattino e auto: cade e sfonda il parabrezza, uomo in coma

  • Milano, esplosione in piazzale Libia: è uno chef de rang il 30enne intubato al Niguarda

  • Follia sul bus Atm, "sgridato" per la bici a bordo: sfonda il vetro e aggredisce l'autista

  • Milano, scuola e covid: 4 bimbi positivi, tutte le classi in isolamento (più una educatrice)

  • Rapinatore bloccato con un pugno in faccia da un passeggero: fermato e liberato 24 ore dopo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento