Pnrr

Pnrr, Fontana: "Le risorse che non vengono spese non tornino a Bruxelles"

Il governatore della Lombardia è d'accordo con Sala, secondo cui se qualche ente locale non riesce a spendere i fondi del Pnrr è giusto che vengano assegnati a chi può usarli

Beppe Sala chiama, Attilio Fontana risponde. Il governatore della Lombardia è d'accordo col sindaco di Milano sul fatto che sia necessario "evitare di restituire" i fondi del Pnrr (Piano nazionale di resilienza e ripresa) a Bruxelles se non vengno utilizzati. "Bisogna evitare che anche con il Pnrr si verifichi quello che succede normalmente con i fondi europei", ha detto Fontana a margine di un evento sulle olimpiadi invernali del 2026: "Credo che sul Pnrr si debba fare qualche riflessione e soprattutto si debba guardare con attenzione alla possibilità di mettere a terra le opere. L'importante è non fare partigianeria ma cose concrete. Chi è capace di spenderli, li spenda. Per chi non riesce, per il bene del Paese, evitiamo di restituirli a Bruxelles".

Nella giornata di lunedì, il sindaco di Milano Sala aveva affermato che la città lombarda sarebbe in grado di investire un miliardo all'anno generando le gare e seguendone l'evoluzione. Ed aveva aggiunto: "Io non voglio dire che la nostra speranza sia che qualcuno non li chieda e noi possiamo chiedere di più, ma non possiamo buttare via questi fondi. Se qualcuno rinuncia, il residuo venga dato a chi può farlo. L'Italia ha una lunga storia di utilizzo minimo dei fondi europei. Se tutti sono in grado di utilizzare al meglio la propria parte, bene. Altrimenti Milano è pronta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pnrr, Fontana: "Le risorse che non vengono spese non tornino a Bruxelles"
MilanoToday è in caricamento