Politica

Formigoni: "Dimettermi? Ma per piacere. La sinistra ricorda il 2008?"

"Gli elettori non hanno dato un giudizio su Formigoni. Nel 2008 la sinistra prese una batosta incredibile, ma nessuno dei loro amministratori si dimise", è il commento del governatore sulle Comunali

Formigoni non molla. Scavalcando a pie' pari scandali e batoste elettorali, ricorda alla sinistra che, nel 2008, "nessuno, nonostante la scoppola di Prodi, si dimise". Quindi "rimane in sella". Parlando con i giornalisti a margine della seduta del Consiglio regionale, Formigoni ha di nuovo respinto al mittente la richiesta di un passo indietro da parte delle opposizioni dopo il responso delle urne alle elezioni comunali.

"Io sono pronto a parlare di politica - ha detto fra l'altro il governatore del Pdl -, ma se uno fa il buffone vada sui palcoscenici, non faccia proposte politiche". "Siccome ho visto diversi buffoni che nel centrosinistra continuano a trarre conclusioni indebite, dico con grande chiarezza - ha aggiunto -: lunedì non si è presentato al voto Formigoni, gli elettori non hanno dato un giudizio su Formigoni. Su Formigoni il giudizio gli elettori lo hanno dato nel 2010, un giudizio di grande fiducia in Formigoni e nella sua Giunta, con oltre 23 punti di distacco dalla sinistra".

Il presidente della Regione Lombardia ha quindi ricordato al centrosinistra un precedente.

"Forse - ha detto - non conoscono la storia. Nel 2008 la sinistra con Prodi ha preso la bastonata più forte della storia, Berlusconi ha avuto una vittoria travolgente: forse si sono dimessi i presidenti di Regione e i sindaci della sinistra? No, perché giustamente non dovevano farlo e non vedo perché adesso dovrebbero dimettersi le Giunte della Regione e delle Province".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formigoni: "Dimettermi? Ma per piacere. La sinistra ricorda il 2008?"

MilanoToday è in caricamento