Formigoni non "libera la sedia": "Non solo; vinceremo anche nel 2015"

"Credo che nel 2015 ancora questa maggioranza governerà dopo altri tre anni di buon governo in Lombardia". Lo ha detto il governatore, nella discussione sulla mozione di sfiducia in Aula. "Nessuna intenzione di dimettermi"

"Credo che nel 2015 ancora questa maggioranza governerà dopo altri tre anni di buon governo in Lombardia". Lo ha detto Roberto Formigoni al Consiglio regionale nel dibattito sulla mozione di sfiducia nei suoi confronti. La mozione, presentata dall'opposizione, è stata respinta da Pdl e Lega Nord. 

Secondo Formigoni la mozione è stata presentata con "l'illusione di dare la spallata definitiva" al centrodestra dopo la caduta del governo Berlusconi. "E' arrivato l'ordine da Botteghe Oscure", ha detto sostenendo che lo stesso è stato fatto in tutte le altre regioni guidate dal centrodestra.

Formigoni, nel corso della sua replica, ha mostrato e, soprattutto, ostentato molta sicurezza. "Ci sono state inchieste su giornali e televisioni, tonnellate di articoli che avrebbero abbattuto tonnellate di bufali, ma ho resistito perché quello che ci viene contestato non corrisponde a verità", ha detto.

"Le contestazioni che sono state rivolte a me non corrispondono a verità - ha spiegato - e non posso permettere che venga infangata la mia figura". Formigoni ha ribadito in Aula che "non è arrivato nessun avviso di garanzia, nessun membro della Giunta è sottoposto a indagini" e per l'ospedale San Raffaele e la clinica Maugeri "non è stato dissipato un solo euro di denaro pubblico".

La maggioranza, inoltre, ha segnalato la "contraddizione" dell'assenza del capogruppo Pd Luca Gaffuri "in vacanza al mare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento