Formigoni si lamenta: "Zambetti? Io nel 2010 nemmeno lo volevo"

A Radio24, il governatore scarica - con poca eleganza - l'assessore sospettato di collusioni con la 'ndrangheta. "Mi fu imposto: su di lui circolavano strane voci"

Dopo l'accordo di giovedì, "riprendiamo la prospettiva del 2015", scadenza naturale della legislatura in Regione Lombardia. Lo ha detto Roberto Formigoni, intervistato a Radio 24, sull'eventualità del voto anticipato nel 2013 in Lombardia.

Ma il governatore ne ha anche per Domenico Zambetti, in carcere con l'accusa di aver pagato dei voti dalla 'ndrangheta: "Nel 2010 non avrei voluto confermare Zambetti" come assessore in Lombardia. "Circolavano delle strane voci", ha quindi spiegato. Dunque chi lo scelse? "Il presidente è eletto - ha risposto Formigoni - ma è supportato dai partiti". "Aveva ragione il mio intuito - ha concluso -. E' stato un errore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Oggi e domani Lombardia in zona arancione: regole e divieti per il weekend, cosa si può fare

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

  • Da oggi al 15 gennaio Lombardia in zona arancione, cosa si può fare e cosa no

  • Fontana: "Lombardia zona rossa, non ce lo meritavamo"

Torna su
MilanoToday è in caricamento