Politica

Sala ha detto che chiederà un confronto a tutti i candidati sindaco sul futuro di Milano

Il confronto si terrà quando ci sarà la rosa completa dei candidati sindaco, il centrodestra è ancora in alto mare

È ancora tutto da rifare per il centrodestra sul tema delle elezioni comunali di Milano: nelle scorse ore Andrea Farinet, ex docente della Bocconi, ha detto che non si candiderà. Un ennesimo punto e a capo per la coalizione guidata da Salvini, ma quando la rosa dei candidati sindaci sarà al completo l'attuale primo cittadino, Beppe Sala, vorrebbe organizzare un confronto sul futuro della città.

"Appena sarà compiuto il percorso di scelta dei candidati per le prossime elezioni chiederò a tutti la gentilezza di confrontarsi tra candidati, tutti insieme, su che tipo di rigenerazione vogliamo per il nostro territorio e nella nostra città", ha detto Sala durante l'assemblea di Assolombarda nella mattinata di giovedì 1° luglio.

Secondo il primo cittadino Milano tornerà a essere la città guida dell'Italia: "Non cadiamo nel rischio di dire 'tutto non sarà più come prima', ma il cambiamento sarà necessario, Milano poi sarà a disposizione del Paese e si prenderà il ruolo di guida Paese come sempre".

Sala ha poi detto che, dal suo punto di vista, Milano dovrà cambiare, evolvere in modo rapido: "tutti dobbiamo dare di più ed essere più veloci". Anche sul fronte del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) del governo Draghi, "i tempi sono stretti e dobbiamo essere rapidi". E parlando del Piano ha detto che "sarà molto importante il rapporto con il Governo". Oggi, "c'è un'istanza per una società più verde e più giusta a livello universale. E questo nella nostra città deve essere associato a un processo di crescita", ha aggiunto Sala.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sala ha detto che chiederà un confronto a tutti i candidati sindaco sul futuro di Milano

MilanoToday è in caricamento