Expo, nuova accusa per Beppe Sala: concorso in abuso d'ufficio per l'appalto del verde

La nuova accusa è arrivata alla vigilia dell'udienza preliminare, fissata per il 14 dicembre

Giuseppe Sala (immagine repertorio)

Nuova accusa per il primo cittadino di Milano Giuseppe Sala nell'ambito dell'inchiesta sulla piastra dei Servizi di Expo. Alla vigilia dell'udienza preliminare riguardo il procedimento della Piastra di Expo, fissata per giovedì 14 dicembre , i procuratori generali generali Enzo Calia e Massimo Gaballo hanno notificato a Sala una nuova conclusione d'indagine in relazione alla fornitura di alberi per il sito dell'Esposizione. L'accusa è di concorso in abuso d'ufficio insieme a un altro indagato.

Nei mesi scorsi l'ipotesi di reato era di concorso in turbativa d'asta, accusa poi stralciata. Secondo la pubblica accusa l'allora commissario di Expo avrebbe assegnato la fornitura degli alberi attraverso un affidamento diretto quando avrebbe dovuto farlo attraverso una gara. 

Sala, invece,non è più accusato invece di avere scorporato dalla gara principale della piastra la parte sugli alberi su pressione dei politici  lombardi per agevolare i vivaisti della regione. Per l'altra accusa di falso ideologico e materiale relativa a due verbali retrodatati verrà processato col rito immediato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento