Venerdì, 19 Luglio 2024
La decisione annunciata

Paolo Grimoldi è stato espulso dalla Lega

L'epurazione dell'ex deputato, colpevole di essere una voce critica nel partito. Bossi resta "intoccabile"

L'ex deputato Paolo Grimoldi non è più un esponente della Lega. Il consiglio federale del partito, la cui riunione è stata presieduta dal leader Matteo Salvini, ha deciso di espellerlo a causa delle recenti dichiarazioni pubbliche critiche nei confronti della linea del Carroccio. Con Grimoldi è stato espulso anche Gabriele Michieletto, consigliere regionale del Veneto. A quanto si apprende, la decisione è arrivata all'unanimità.

Nel weekend delle elezioni europee, Grimoldi aveva dichiarato che il fondatore della Lega, Umberto Bossi, gli aveva chiesto di riferire che lui avrebbe votato per Forza Italia e per l'ex leghista Marco Reguzzoni, candidato con gli azzurri. È stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Alcuni mesi fa, Grimoldi e altri 20 "dissidenti" avevano scritto una lettera aperta a Salvini chiedendo di non candidare alle europee il generale Roberto Vannacci (poi eletto), ma già in precedenza non erano mancate le sue critiche alla linea salviniana.

"Salvo", invece, il "senatur" Bossi. Da una parte, diversi dirigenti leghisti avevano fatto "scudo" affermando che un'espulsione di Bossi non sarebbe mai stata presa in considerazione. Dall'altra parte, sembra che Bossi in realtà non sia iscritto alla "Lega Salvini Premier", il partito (formalmente nuovo) che ha preso il posto della Lega Nord.

Chi è Paolo Grimoldi

Classe 1975, cresciuto a Monza, Grimoldi ha fondato il Movimento giovani padani, diventandone coordinatore dal 2002 al 2011. Consigliere provinciale della Lega Nord a Milano dal 2004, è stato eletto alla Camera dei deputati la prima volta nel 2006, rieletto nel 2008, nel 2013 e nel 2018. Nel 2015 è diventato segretario della Lega in Lombardia. Nel 2020, in dissenso con la linea del partito, ha annunciato il suo "no" al referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari.

Nel 2022, alle elezioni politiche che hanno decretato il ritorno al governo del centrodestra, è stato candidato in una circoscrizione plurinominale al terzo posto, in posizione non eleggibile, ed è diventato coordinatore (con l'eurodeputato Angelo Ciocca) del 'Comitato del Nord', la corrente interna voluta da Umberto Bossi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Grimoldi è stato espulso dalla Lega
MilanoToday è in caricamento