rotate-mobile
Politica

Il 70% dei lombardi percepisce l'immigrazione come invasione? Non c'è da stupirsi

Stupri, spaccio di droga, occupazioni abusive, contraffazione sono solo alcuni dei reati commessi ogni giorno dagli stranieri in città. A lanciare un vero e proprio macigno sulla scottante questione è il vicesindaco De Corato che commenta così i dati di una ricerca Demoskopia: "Che il 70% dei lombardi percepisca il fenomeno dell'immigrazione come una vera e propria invasione non mi stupisce affatto"

"Nei primi sette mesi dell'anno  1.800 extracomunitari sono stati denunciati e 152 arrestati solo dalla polizia locale, alla media di un fermato ogni tre ore. Sui 39 stupri avvenuti a Milano 33 sono quelli in cui i responsabili sono stranieri, a San Vittore il 70% dei reclusi è irregolare o straniero. Anche il capo della Squadra mobile di Milano Francesco Messina ha dichiarato che sui 208 spacciatori fermati tre quarti sono stranieri".

A snocciolare i dati della presunta criminalità per mano straniera è il vicesindaco De Corato, che prende ne approfitta in occasione della pubblicazione dei risultati di un'indagine sull'immigrazione condotta a giugno dall'istituto Demoskopia,

"Che il 70% dei lombardi percepisca il fenomeno dell'immigrazione come una vera e propria invasione non mi stupisce affatto", ha detto.

"I numeri sono fin troppo eloquenti a testimonianza che quella dei lombardi non è solo una percezione. Stupri, spaccio di droga, occupazioni abusive, contraffazione - ha aggiunto il vicesindaco - sono alcuni dei reati commessi ogni giorno dagli immigrati".
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 70% dei lombardi percepisce l'immigrazione come invasione? Non c'è da stupirsi

MilanoToday è in caricamento