rotate-mobile
Politica

Berlusconi-Mantovani, l'intercettazione: così spartivano nomine e favori. L'audio

"GiustiziaMi" ha pubblicato in esclusiva un'intercettazione (22 dicembre 2013) tra l'ex premier Silvio Berlusconi (non indagato in questo caso) e l'ex assessore alla Sanità lombarda Mario Mantovani: promesse di lavoro, battute, spartizione di nomine. Così si decidevano i vertici milanesi

GiustiziaMi, notiziario ben addentro alle cronache giudiziarie milanesi, ha pubblicato in esclusiva un'intercettazione (22 dicembre 2013) tra l'ex premier Silvio Berlusconi (non indagato) e l'ex assessore alla Sanità lombarda Mario Mantovani, ai domiciliari con l'accusa di corruzione, dove, in qualche minuto, si parla di posti di lavoro da trovare a fratelli, compagni, ex mogli.

QUI IL DIALOGO COMPLETO AL TELEFONO

Un (triste) compendio su quello che è il "lavorio" politico (fare, dare, ricevere favori). Con le nomine per i vertici Aler da spartire in quote prestabilite tra Forza Italia, Lega, Ncd, Lista Maroni. E dove si spiegherebbe anche (con un lavoro promesso per il fratello) l'improvviso dietrofront di Alan Rizzi, consigliere comunale, da Ncd per tornare a FI. 

La conversazione - spiega GiustiziaMi - è intercettata dalla Guardia di Finanza di Milano nel corso delle indagini che hanno portato l’ex senatore ed ex assessore regionale prima in carcere e poi ai domiciliari. Nell’inchiesta condotta dal pm Giovanni Polizzi è indagato anche l’ex assessore regionale leghista Massimo Garavaglia, con l’accusa di aver dato il suo contributo a quella che gli inquirenti ritengono una turbativa d’asta: una gara per il servizio trasporto dializzati i cui effetti vengono vanificati, stando alle accuse, grazie all’intervento della catena Garavaglia-Di Capua-Scivoletto, ovvero l’assessore all’economia, il suo braccio destro e il direttore della Asl1 di Milano.

L’8 marzo, davanti al gup Gennaro Mastrangelo, inizierà l’udienza preliminare per 15 imputati, tra cui i due politici Mantovani e Garavaglia. Berlusconi, intercettato indirettamente mentre parla con il fedelissimo Mantovani, si ricorda, non è indagato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi-Mantovani, l'intercettazione: così spartivano nomine e favori. L'audio

MilanoToday è in caricamento