rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Politica

Moratti: creare una correlazione diretta fra reato di clandestinità ed espulsione

Il reato di clandestinità non consente l'espulsione dello straniero e invece serve creare questa correlazione diretta. Sono le parole del sindaco Moratti questa mattina alla Cattolica di Milano. Mormorii in aula magna alle sue affermazioni. Il servizio di Angela Nittoli

 

GLI AGGIORNAMENTI

10 maggio ore 16.30 - i Radicali: "Se qualcuno crea clandestini è lo Stato". Gaoussou Ouattarà, della direzione dei Radicali italiani, ha commentato così le parole del sindaco di Milano Letizia Moratti sul fatto che i clandestini senza lavoro regolare, a suo dire, delinquono. Ouattarrà ha parlato al presidio organizzato dal movimento di Marco Pannella a Milano per chiedere tempi più veloci nel rinnovo del permesso di soggiorno. "Mettano a posto le cose - ha osservato - invece di fare queste battute che sono un insulto alla comunità degli immigrati".(ANSA).

10 maggio ore 13.30 - De Corato difende la Moratti: i clandestini senza lavoro delinquono - "A Milano e nelle città del Nord gli autori di otto reati su dieci commessi da extracomunitari sono clandestini, come ha affermato il capo della Polizia Antonio Manganelli. Una fotografia ben chiara a tutti gli operatori della sicurezza. E alla stessa Polizia Locale che da inizio anno ne ha denunciati o arrestati 294. Ma evidentemente sconosciuta, se non rimossa, ai tanti buonisti e benaltristi che seguono l'onda dolce della demagogia. Basterebbe riflettere su questi dati per rendersi contro di quanto siano fuori luogo i mugugni contro il sindaco Moratti intervenuta in un convegno all'Università Cattolica. Che ha espresso una verità di fatto ovvero l'irregolare senza lavoro di norma delinque. Dov'è allora lo scandalo?" Lo ha affermato il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato in merito all'intervento del sindaco Letizia Moratti all'Università Cattolica sul tema dell'integrazione possibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moratti: creare una correlazione diretta fra reato di clandestinità ed espulsione

MilanoToday è in caricamento