Politica

Non c'è l'appalto: manutenzione ordinaria inesistente a Milano

Il caso

La perdita d'acqua in Villa Finzi (foto Piscina-Ruggeri)

Sembra incredibile, ma a Milano mancherebbero gli appalti per la manutenzione ordinaria della città. La denuncia arriva dal Municipio 2, e precisamente dal presidente Samuele Piscina e dal consigliere Alessio Ruggeri, entrambi della Lega Nord, dopo diversi solleciti su piccole manutenzioni con risposte sempre uguali dagli uffici di Palazzo Marino. Risposte che, appunto, fanno riferimento all'assenza dell'appalto per eseguire i lavori.

Addirittura, nel caso della perdita d'acqua dalle tubature interrate nel parco di Villa Finzi, a Gorla, la risposta del Comune è stata inizialmente paradossale: «La perdita d'acqua interessa l'area di proprietà della Villa Finzi, che procederà pertanto direttamente ad eseguire gli interventi di riparazione».

Peccato che Villa Finzi sia di proprietà del Comune di Milano. E quando Piscina e Ruggeri lo hanno fatto presente, da Palazzo Marino è arrivata la risposta che si diceva: «Il problema è l'insussistenza di un appalto in essere con cui poter intervenire». Soluzione? «Si deve rimandare l'intervento al prossimo appalto di manutenzione ordinaria che siamo in attesa venga aggiudicato e consegnato».

Insomma: l'acqua in Villa Finzi continua ad affiorare da tubature interrate che perdono; cartelli stradali divelti non vengono riposizionati; erbacce non vengono tagliate. «Non è possibile che una città come Milano nel 2017 non sia ancora riuscita ad assegnare degli appalti di primaria importanza - è il commento di Piscina - e che le strade rimangano completamente abbandonate e lasciate in mano al degrado senza che venga programmato un piano alternativo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non c'è l'appalto: manutenzione ordinaria inesistente a Milano

MilanoToday è in caricamento