rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Leonka "regolare", Boni (LN): "Bisogna chiuderlo"

Sul tavolo di Palazzo Marino la regolarizzazione dello storico centro sociale. Boni (LN): "Esempio diseducativo, unica soluzione chiuderlo per sempre"

Nessun dialogo tra le istituzioni e il Leoncavallo perché lo storico centro sociale "rappresenta un esempio diseducativo per i nostri giovani". Dunque "l'unica soluzione possibile è chiuderlo definitivamente".

E' la posizione espressa da Davide Boni (Lega Nord), presidente del Consiglio regionale della Lombardia, sul tavolo avviato da Palazzo Marino per la regolarizzazione del centro sociale.

"Capiamo bene - afferma Boni - che i leoncavallini stiano a cuore alla giunta di Milano, però è incomprensibile il motivo per cui questa amministrazione debba premiare una banda di personaggi che hanno fatto della violenza e del non rispetto delle regole la propria ragione di vita".

Per questo, secondo Boni, "regolarizzare la loro posizione equivale a beffare l' intera comunità milanese e gli stessi commercianti che, con vetrine rotte e imbrattate, conoscono fin troppo bene il concetto di democrazia sostenuto dai centri sociali". "L'unica soluzione possibile è chiudere definitivamente questo centro sociale" conclude Boni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leonka "regolare", Boni (LN): "Bisogna chiuderlo"

MilanoToday è in caricamento