rotate-mobile
Politica

La Moratti passa al Terzo Polo, il Pdl deluso: "Manca di rispetto"

L'ex sindaco di Milano Letizia Moratti oggi a colloquio a Roma con Fini. E Tatarella, consigliere comunale del Pdl, attacca: "Una scelta che lascia senza parole"

Letizia Moratti sta pensando di passare tra le file del Terzo Polo. L'ex sindaco di Milano si è recata a Roma per un colloquio con Gianfranco Fini ed è molto vicina ora alle posizioni di Futuro e Libertà. E già montano le polemiche all'interno del Pdl, il partito che la Moratti sta per lasciare. Il primo ad accusare la Moratti di aver "voltato gabbana" è il consigliere comunale del Popolo della Libertà, Pietro Tatarella.

"C'è chi preferisce stare in aula a difendere gli interessi dei milanesi - attacca Tatarella - e chi invece fa anticamera a Roma per cercare una prospettiva politica. Sono scelte legittime, ma è giusto che i cittadini lo sappiano. La Moratti, che in queste ore sta passando armi e bagagli nel Terzo Polo, dimentica di sedere a Palazzo Marino soprattutto grazie ai voti del Popolo della Libertà che l'ha sostenuta in campagna elettorale e l'ha accolta nel partito meno di due anni fa".

Una scelta, quella della Moratti, inaspettata e deludente per il consigliere del Pdl: "Da una donna della sua capacità ed esperienza mi sarei aspettato altrettanta solerzia nell'impegno in consiglio comunale, anche tra i banchi dell'opposizione. È evidente che mi sbagliavo, ma c'è una mancanza di rispetto nei confronti degli elettori che mi lascia senza parole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Moratti passa al Terzo Polo, il Pdl deluso: "Manca di rispetto"

MilanoToday è in caricamento