menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Palazzo Isimbardi

Palazzo Isimbardi

Città metropolitana, quattro liste in lizza per l'elezione

Si vota il 28 settembre: alle urne andranno i consiglieri comunali e i sindaci dei comuni della provincia. Resta fuori il Movimento 5 Stelle

Chi pensa male potrebbe chiamarlo "delitto perfetto": il Movimento 5 Stelle non ha potuto far altro che restare fuori dalla corsa per il consiglio della città metropolitana, il 28 settembre. Motivo, non ha abbastanza consiglieri comunali per la raccolta firme. Le liste in lizza saranno quindi quattro: centrosinistra, centrodestra, Lega e raggruppamento di liste civiche e candidati indipendenti.

Un passo indietro. Il consiglio metropolitano (che avrà 24 membri) non viene votato dai cittadini ma dai consiglieri comunali dei comuni della provincia (e futura città metropolitana). I candidati al consiglio metropolitano sono consiglieri comunali e sindaci degli stessi comuni. Per presentare una lista, occorrevano poco più di 100 firme di consiglieri e sindaci.

Il Movimento 5 Stelle non dispone che di una cinquantina abbondante di consiglieri comunali in tutta la provincia: difficile quindi riuscire a convincere altri eletti a firmare per la lista, soprattutto nel mese di agosto. Il M5s ha ugualmente presentato la sua lista, per protesta, ma senza speranza che venisse ammessa.

LISTE AMMESSE - La lista favorita è quella del centrosinistra, che si presenta compatto con Pd, Sel, Rifondazione e liste civiche. Diviso il centrodestra: da una parte la Lega Nord, dall'altra Fi, Ncd e Fdi. Infine la lista nata dall'iniziativa di diversi consiglieri comunali non legati ai principali partiti e/o schieramenti.

CENTROSINISTRA - Oltre al segretario del Pd Pietro Bussolati (candidabile perché consigliere comunale a Melzo), in lista alcuni onsiglieri comunali milanesi: Rosaria Iardino, Natale Comotti, Anna Scavuzzo e Filippo Barberis (Pd) oltre a Patrizia Quartieri (Sel). I vendoliani candidano anche Pietro Mezzi. Numerosi i sindaci. In lista Pierluigi Arrara (Abbiategrasso), Alberto Centinaio (Legnano), Andrea Checchi (San Donato), Monica Chittò (Sesto), Eugenio Comincini (Cernusco), Roberto Maviglia (Cassano d'Adda), Simone Negri (Cesano Boscone), Michela Palestra (Arese) e Pietro Romano (Rho).

CENTRODESTRA - Forza Italia, Ncd e Fratelli d'Italia sono riusciti a presentare una lista unitaria, anche se senza la Lega. Anche nella lista di centrodestra si trovano consiglieri comunali della città di Milano: Marcovalerio Bove (Ncd), Marco Osnato (Fdi), Pietro Tatarella (Fi) e Armando Vagliati (Fi). I sindaci in lista sono Graziano Musella (Assago) e Marco Alparone (Paderno Dugnano).

LEGA - La Lega Nord ha deciso di presentarsi da sola. Per la città di Milano c'è il consigliere comunale Luca Lepore. Ma anche i sindaci Massimo Olivares (Marcallo con Casone) e Ettore Fusco (Opera).

CIVICA - Promossa da vari esponenti politici, si presenta anche la lista civica "fuori dagli schieramenti", come si autodefinisce. Si chiama "Lista civica costituente per la partecipazione". In lista due consiglieri comunali di Milano: il radicale Marco Cappato e il socialista Roberto Biscardini. E poi tre sindaci: Pierluca Oldani (Casorezzo), Antonella Violi (Lacchiarella) e Giulio Alfredo Sancini (Gessate). E' candidato anche Fiorello Cortiana, ex senatore dei Verdi, oggi consigliere comunale a Buccinasco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Al Policlinico si iniziano a chiudere i posti letto covid

  • Coronavirus

    Il Tar boccia quarantena lunga per giovane pallavolista

  • Attualità

    Milano con le città C40 per una ripresa verde e giusta

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento