Lombardia Film Commission, gip boccia richiesta di perizia sull'immobile di Cormano

Era stata chiesta dai legali degli indagati, i commercialisti Manzoni e Di Rubba

Prosegue l'inchiesta sulla compravendita dell'immobile di Cormano in cui, al centro, ci sono l'ente regionale Lombardia Film Commission e i revisori contabili della Lega, Alberto Di Rubba e Andrea Manzoni, indagati nell'inchiesta milanese. Le difese dei due professionisti avevano avanzato richiesta di una "super perizia" sul valore del capannone, che la Film Commission aveva comprato per 800 mila euro.

Ma il gip milanese Giulio Fanales ha respinto la richiesta ritenendo che, in quest caso, una "perizia di lunga durata" non sia ammissibile. Il caso emerse con la constatazione che l'immobile, qualche mese prima, era stato acquistato da un altro soggetto alla metà del valore (400 mila euro). Il terzo indagato, il commercialista milanese Michele Scillieri, nel cui studio sarebbe stata anche apposta, in seguito, la sede legale della "Lega Matteo Salvini", a febbraio 2017 fece acquistare dalla società Andromeda il capannone, pagandolo con 400 mila euro, mentre la Fondazione Lombardia Film Commission acquistò l'immobile a 800 mila euro qualche mese più tardi, a dicembre. Il presidente di Lfc era Di Rubba.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, la Lombardia è zona arancione: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

  • Coronavirus, fa paura la variante brasiliana del covid, Galli: "È una cosa pesante purtroppo"

  • Milano, la Lombardia è zona rossa: le faq aggiornate per capire cosa si può fare

  • Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

  • Milano, il negozio vieta l'ingresso "alle persone vaccinate di recente": il cartello diventa virale

Torna su
MilanoToday è in caricamento