menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto Maroni

Roberto Maroni

Azione legale della regione contro Novartis e La Roche

Le due multinazionali sono accusate di avere favorito slealmente l'uso di un farmaco molto costoso. Già multate dall'antitrust

La Lombardia ha deciso di promuovere un'azione legale contro Novartis e La Roche, dopo che l'antitrust ha condannato le due multinazionali farmaceutiche a una maxi multa di oltre 180 milioni di euro. Novartis e La Roche sono accusate di avere favorito l'uso esclusivo del Lucentis in modo sleale, nei confronti dell'analogo Avastin, con lo stesso principio attivo ma un costo di gran lunga inferiore.

L'antitrust ha stimato un danno al servizio sanitario nazionale di svariate centinaia di milioni di euro dal 2009 a oggi. "Per la Lombardia - ha spiegato il governatore Roberto Maroni nella conferenza stampa dopo la riunione di giunta di venerdì - il danno è di oltre 60 milioni, per cui abbiamo dato incarico di procedere legalmente per recuperare tale importo".

Immediata la risposta della Novaris. "Con riferimento all’annuncio del presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, relativo alla richiesta di risarcimento danni per il Sistema sanitario regionale pari a oltre 60 milioni di euro alle società Roche e Novartis per quanto riguarda la commercializzazione in Italia di Lucentis® (ranibizumab) e di Avastin® (bevacizumab), Novartis intende respingere in maniera decisa le accuse di pratiche anti-concorrenziali e per questo ha impugnato il provvedimento dell’autorità Antitrust dinanzi al TAR del Lazio: il procedimento è ancora in corso e la sentenza è attesa entro la fine dell’anno. Pertanto risulta infondata qualsiasi richiesta di risarcimento da parte della Regione. Novartis ribadisce la correttezza del proprio operato e di avere sempre agito nel pieno rispetto della normativa italiana ed europea, che oggi viene messa in discussione da una “liberalizzazione controllata” dell’utilizzo off label di Avastin, contravvenendo a norme e processi consolidati e condivisi a livello comunitario, che sono stati concepiti per proteggere la salute del paziente e garantire la sostenibilità del sistema. Novartis si avvarrà dei propri diritti di difesa in tutte le sedi competenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Attualità

    Come sarà la nuova piazzale Loreto

  • Coronavirus

    Bollettino coronavirus, i dati di martedì 11 maggio a Milano e in Lombardia

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento