Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Lotta terrorismo. Per il M5s regionale "zero risultati da propaganda della maggioranza"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

“Quello approvato dalla maggioranza è un ordine del giorno inservibile nella lotta al terrorismo. E’ dall’11 settembre che combattiamo questa piaga, le vittime sono quintuplicate e spendiamo 250 milioni di euro al giorno in sicurezza. E non siamo sicuri: la politica e i partiti che decidevano allora hanno fallito. Insomma, “Follia è fare sempre la stessa cosa aspettandosi risultati diversi”.

E’ ora di rispondere in maniera totalmente diversa: è necessario togliere benzina e cioè denaro ai terroristi, sostenere seriamente l’intelligence e non con gli 80 euro di Renzi, serve una moratoria sulla vendite di armi e ritirare le truppe dall’Afganistan. Le frontiere non vanno chiuse: vanno rafforzati e vanno resi più efficaci i controlli.  I cittadini ci chiedono sicurezza, chiedono alla politica di usare il cervello. Finalmente sono riusciti a leggere parte di un libro. Per loro è un buon inizio, una decina di pagine per dodici consiglieri pagati più di 8 mila euro al mese. Serve investire di nuovo in cultura per risvegliare l’identità democratica nella quale riconoscersi e sentirsi italiani.

Questa Maggioranza si è presentata in aula solo per misurare il peso delle sue anime litigiose mai state in grado di governare strumentalizzando un problema serio e complicato. Certo “è più facile spaccare un atomo che il pregiudizio”, ma Maroni e i suoi non sanno fare né l’uno né l’altro”, così Stefano Buffagni, capogruppo del M5S Lombardia sull’approvazione in Consiglio regionale il 25 novembre di un ODG per la lotta al terrorismo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta terrorismo. Per il M5s regionale "zero risultati da propaganda della maggioranza"

MilanoToday è in caricamento