Intervento di L.Ricchiuti (pd) per fare luce sul caso “La masseria” di Cislago

Sul caso del bene confiscato alla mafia di Cisliano è intervenuta la Senatrice lombarda Lucrezia Ricchiuti, membro della Commissione Parlamentare Antimafia ed ex amministratore impegnato nella lotta contro la mafia.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Il bene confiscato al clan non è ancora stato assegnato ed è oggetto di atti vandalici, la senatrice brianzola membro della Commissione Parlamentare Antimafia scrive al Presidente dell'Agenzia dei beni confiscati e prepara un'interrogazione per il Ministro Alfano.

«"La Masseria" confiscata in via definitiva ad ottobre 2014 al clan Valle, è da allora oggetto di atti vandalici e furti ma, nonostante le ripetute richieste, non è stata ancora assegnata al Comune di Cisliano (MI) », a dirlo è la senatrice brianzola Lucrezia Ricchiuti (Pd) che, per sapere perché tutto questo stia accadendo, ha inviato una lettera al Prefetto Umberto Postiglione, Presidente dell'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata.

«Gentile Prefetto Postiglione - si legge nella missiva - apprendo con stupore che, nonostante le ripetute richieste da parte del Comune di Cisliano e del suo Sindaco di vedersi assegnato il bene "La Masseria" gli uffici dell'Agenzia da Lei presieduta non hanno, a tutt'oggi, fornito alcuna risposta».

La preoccupazione della senatrice membro della Commissione parlamentare antimafia è alimentata dal fatto che il bene è continuamente oggetto di atti vandalici, rimozione di arredi e strutture: «La situazione è degenerata - spiega Ricchiuti - al punto che la presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro ha scritto al Procuratore della Repubblica presso il tribunale ordinario di Milano, trasmettendo una segnalazione, corredata di documentazione fotografica fornita dal referente regionale dell'Associazione LIBERA Davide Salluzzo, relativa ai suddetti atti vandalici e alla necessità di sorvegliare e presidiare il bene».

Con la lettera, la senatrice chiede direttamente al Prefetto Postiglione «che cosa osti l'assegnazione de "La Masseria" al Comune di Cisliano e per quale motivo l'Agenzia non abbia mai fornito alcuna risposta al Sindaco Luca Durè che vorrebbe trasformare quel luogo - tolto alla mafia - in uno spazio di "housing sociale"».

Per dare risposta a questi interrogativi, la senatrice del Partito democratico sta anche predisponendo un atto ispettivo indirizzato al Ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento