Politica

Hacker rubano il database di Salvini: le mail del segretario della Lega disponibili sul web

Il collettivo Anonymous ha pubblicato tutte le mail del segretario del carroccio

Matteo Salvini

Nella notte tra giovedì e venerdì 9 febbraio l'attacco e il furto. Nella giornata di giovedì il database delle mail del leader della Lega Matteo Salvini, rubato dal collettivo AnonoPlus, è stato reso pubblico dagli hacker di Anonymous: "Abbiamo deciso di rendere pubbliche più di 70.000 email dei tuoi iscritti e non solo, anche email personali", si legge in una nota pubblicata sul blog degli hacker. 

Gli hacktivisti non hanno lesinato le critiche al leader leghista e al suo movimento: "Siete incompetenti, dei dilettanti allo sbaraglio, non avete mai fatto e voluto fare veramente qualcosa per il paese, giocando invece sulle paure delle persone per una manciata di seggi in parlamento — hanno scritto in una nota —. La vostra politica è fallimentare sotto ogni punto di vista, avete rubato puntando su menzogne, e dimostrandovi peggiori di quelli che dovevate sostituire".

Gli attacchi potrebbero continuare: "Noi siamo vigili, noi non dimentichiamo la storia, e vi staremo col fiato sul collo ogni qualvolta voi continuerete con la vostra malafede", hanno concluso gli attivisti.

Craccata la pagina Facebook di Salvini

Gli hacker, durante l'attacco del 9 febbraio, avrebbero ottenuto anche l'accesso alla pagina Facebook di Salvini dove sono stati pubblicati dei falsi post come "Sono gay" e "Se questo post riceve i mille like mi raso a zero", poi rimossi dagli amministratori della pagina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Hacker rubano il database di Salvini: le mail del segretario della Lega disponibili sul web

MilanoToday è in caricamento