rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
La manifestazione

La manifestazione: "Subito 10 milioni alle famiglie con disabili"

Presidio davanti al Pirellone. Ancora polemiche per i "tagli di fatto" all'assistenza dei disabili, con assegni diminuiti per i caregiver a fronte di nuovi servizi che, però, ancora non ci sono

Manifestazione, martedì mattina, davanti al Pirellone per chiedere un intervento in extremis di Regione Lombardia e al governo in modo da evitare un "effetto taglio" per le risorse destinate ai caregiver di persone disabili. La protesta è stata organizzata da Ledha e Fand, ma ha visto l'adesione di molte altre associazioni. Come è noto, da giugno i caregiver vedranno diminuito l'assegno economico, a fronte di teorici aumenti dei servizi in capo a Comuni e Ats, che però (è il timore generalizzato) resteranno, almeno nei primi tempi, sulla carta. 

In piazza Duca d'Aosta si sono radunate centinaia di persone. "Chiediamo al presidente della Regione e a tutti i consiglieri regionali di stanziare i 10 milioni di euro necessari per cancellare definitivamente i tagli e garantire, per quest'anno, a tutte le persone con disabilità, senza alcuna lista d'attesa, di poter ricevere un sostegno adeguato per l'assistenza offerta dai loro caregiver familiari", si legge nel volantino che ha accompagnato la protesta. Al governo si chiede invece di adottare misure strutturali. "Chiediamo che il governo stanzi risorse sufficienti per implementare quel sistema di servizi che oggi non c'è", ha osservato Alessandro Manfredi, presidente di Ledha Lombardia.

"Regione Lombardia vuole sostituire i fondi per le persone con disabilità con dei servizi. Peccato che questi servizi non ci sono, non sono pronti, quindi mancano", ha commentato Marco Cappato, tesoriere dell'Associazione Luca Coscioni: "Siamo per questo in piazza, per chiedere che questi 10 milioni di euro siano messi a disposizione delle persone con disabilità, per i loro diritti. Ci battiamo per questo: per i diritti dall'inizio alla fine della vita, che includono il diritto alla cura e all'assistenza. La regione Lombardia ha un bilancio enorme, tantissimi soldi vengono sprecati per esempio nelle aziende partecipate, non sarà difficile trovare altrove i fondi necessari, evitando di sottrarli alle persone con disabilità".

"In 4 mesi non si è trovato il tempo di ascoltare i rappresentanti delle associazioni. In 4 mesi non è stato fatto nemmeno un passo indietro rispetto agli osceni tagli all'assistenza ai disabili decisi dal governo e avallati dalla giunta regionale tra Natale e Capodanno. Questa mattina hanno preferito rinviare il consiglio regionale e andare al Salone del Mobile (che s'inaugurava proprio martedì, n.d.r.) piuttosto che confrontarsi con le centinaia di persone in piazza", è il commento di Nicola Di Marco, capogruppo del Movimento 5 Stelle, che chiederà le dimissioni dell'assessora alla disabilità Elena Lucchini: "Non è stata in grado di trovare 10 milioni per le famiglie di disabili, mentre la giunta ne spendeva altrettanti per la propria propaganda sui social". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La manifestazione: "Subito 10 milioni alle famiglie con disabili"

MilanoToday è in caricamento