Politica

Affissioni abusive, Pisapia riceve multa di 28 mila euro

Il sindaco pagherà anche se la ritiene una "palese ingiustizia". Si chiude la vicenda delle affissioni abusive durante la campagna elettorale del 2011

Il manifesto di Pisapia subito dopo la vittoria

Anche Giuliano Pisapia pagherà la multa per i manifesti abusivi della campagna elettorale del 2011. Il suo totale sfiora i 28 mila euro, mentre il settore pubblicità del comune gli aveva contestato in origine più di 420 mila euro. Come si è arrivati al "maxi sconto"? Gli uffici della polizia locale hanno cancellato 124 sanzioni perché hanno riconosciuto, in quei casi, l'assenza di responsabilità oggettiva. Quelle affissioni erano state effettuate dai partiti a sostegno di Pisapia e non dal suo comitato elettorale.

In tutto i verbali archiviati sono 466 e il complesso delle ingiunzioni vale poco più di 2 milioni di euro. Soddisfatto il radicale Marco Cappato: "Milano - commenta - è la prima grande città in cui non si fanno prescrizioni o sanatorie su queste multe". Pisapia reagisce elegantemente: promette che pagherà nei tempi stabiliti e si complimenta con Cappato per avere tenuto alta la guardia sull'argomento. Ma poi aggiunge che si tratta di "una palese ingiustizia", riferendosi al fatto di non essere stato certo lui ad affiggere volontariamente i manifesti negli spazi non consentiti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Affissioni abusive, Pisapia riceve multa di 28 mila euro

MilanoToday è in caricamento