menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Referendum, Formigoni torna nell'arena: parteciperà alla maratona oratoria per il No in San Babila

La maratona organizzata dai "vecchi nemici" radicali sabato 12 settembre dalle 10 alle 20. L'ex governatore, ai domiciliari, parteciperà durante le due ore giornaliere di "libera uscita"

L'ex presidente della Lombardia, Roberto Formigoni, sullo stesso palco - e piazza - di coloro che storpiarono il suo nome in "Firmigoni" avviando una battaglia legale contro il governatore ciellino per le firme per presentarsi alle elezioni, ritenute in alcuni casi false. Una battaglia legale che poi divenne anche personale con la condanna per diffamazione per il "Celeste", ormai politicamente in declino.

Formigoni, ora ai domiciliiari dopo la condanna per il caso Maugeri, salirà sul palco di piazza San Babila, sabato 12 settembre, per la maratona oratoria promossa dall'Associazione Enzo Tortora a sostegno delle ragioni del No al referendum costituzionale del 20 e 21 settembre sulla riduzione del numero dei parlamentari. Lo farà durante le due ore giornaliere in cui può uscire da casa. 

Del resto la maratona oratoria sta avendo adesioni che più trasversali non si potrebbero immaginare. Ci saranno ovviamente gli esponenti della "Tortora", come l'assessore alla partecipazione Lorenzo Lipparini, la tesoriera di Radicali Italiani Giulia Crivellini, la presidente di +Europa Simona Viola, l'ex senatore Lorenzo Strik Lievers. E Simone Zambelli, iscritto anche all'assoociazione, ma soprattutto presidente del Municipio 8 per Milano Progressista. 

Ma ci saranno anche esponenti di Forza Italia (Fabrizio De Pasquale, Alessandro De Chirico, Giampaolo Berni, Oscar Strano) e del Partito Democratico, nonostante il Pd abbia deciso di appoggiare il Sì: i "dem" che parteciperanno saranno Pierfrancesco Maran, Diana De Marchi, Smonetta D'Amico, Alessandro Giungi e Paola Bocci. E ci sarà la sinistra, con la portavoce nazionale dei Verdi iElena Grand, i consglieri di Milano Progressista Anita Pirovano e Enrico Fedrighini, il delegato di Sala per le periferie Mirko Mazzali, la coordnatrice di Sinistra per Milano Elena Comelli. 

Un palco variegato, "multicolore", per dire No al referendum. La presenza, insieme, di Formigoni e dei suoi più strenui avversari non è che una conseguenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento