Politica Affori / Via Carlo Bellerio

Maroni azzoppa Formigoni: "Difficile si arrivi fino al 2015"

"Tralasciando le indagini penali, ci sono ragioni di opportunità politica che è difficile dimenticare", spiega l'ex ministro dell'Interno prima del Consiglio in via Bellerio

La sede della Laga Nord in via Bellerio (dal web)

Anche Roberto Maroni, in via Bellerio - sede della Lega Nord - per il Consiglio federale lunedì mattina, comincia ad "azzoppare" seppur metaforicamente il governatore regionale Roberto Formigoni. 

Per il candidato alla segreteria nazionale, infatti, "è difficile arrivare al 2015". Durante la discussione per il nuovo statuto, infatti, "si parlerà anche della vicenda Formigoni: sentiremo il segretario Salvini e gli altri che verranno a dirci che cosa pensano e che cosa sanno della vicenda poi valuteremo".

L'ex ministro dell'Interno ha detto di non essere interessato "tanto a capire se ci siano fondamenti di carattere penale, perché questo è compito della magistratura".

"Mi interessa capire - ha concluso facendo riferimento all'indagine in cui è coinvolto il governatore - se questa vicenda rende possibile la continuazione del governo della Regione Lombardia fino al 2015, perché ci sono ragioni di merito che valuterà il giudice e poi ci sono ragioni di opportunità politica che a volte rendono difficile o addirittura impossibile continuare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maroni azzoppa Formigoni: "Difficile si arrivi fino al 2015"

MilanoToday è in caricamento