rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Politica

Matrimoni gay, il prefetto di Milano "boccia" il sindaco

La decisione del prefetto Tronca: l'invito a Pisapia a cancellare le trascrizioni già effettuate

Il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, ha invitato il sindaco GIuliano Pisapia a cancellare le trascrizioni dei matrimoni tra persone dello stesso sesso contratti all'estero: un duro "alt" a trascrizioni che il sindaco, al pari di altri primi cittadini italiani, aveva iniziato a firmare. Il 10 ottobre Tronca aveva chiesto al comune la trasmissione di tutti gli atti riguardanti questa materia, dopo che Pisapia aveva firmato le prime trascrizioni il 9.

"Ciò al fine della regolare ed uniforme tenuta dei registri dello stato civile, alla cui salvaguardia il prefetto è preposto secondo le norme vigenti", si legge in una nota di corso Monforte. Il consiglio comunale, in precedenza, si era pronunciato a favore della trascrizione, dopo una sentenza del tribunale di Grosseto di aprile 2014. Ma manca ancora una legge organica in materia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Matrimoni gay, il prefetto di Milano "boccia" il sindaco

MilanoToday è in caricamento