rotate-mobile
L'appuntamento

Ci sarà un consiglio straordinario sulle mense scolastiche

L'annuncio della vicesindaca Anna Scavuzzo. Intanto proseguono le indagini dei Nas

Si farà un consiglio comunale straordinario dedicato a Milano Ristorazione, la società (partecipata del Comune di Milano) che fornisce 80mila pasti al giorno, prevalentemente alle mense scolastiche, ma anche alle Rsa. Lo ha reso noto la vicesindaca, e assessora all'istruzione, Anna Scavuzzo lunedì 29 aprile, rispondendo a una domanda a risposta immediata presentata da Annarosa Racca (Lega). Il consiglio era stato chiesto, con tanto di firme, quasi un mese fa dall'opposizione, in prima fila Riccardo Truppo di Fdi. L'appuntamento per la seduta straordinaria è per lunedì 6 maggio.

"I controlli fatti fino a ora dai Nas e da Ats", ha detto Scavuzzo riferendosi al rinvenimento di corpi estranei nel cibo (ad esempio i pezzi di vetro nei panini, tra febbraio e marzo), "sono stati negativi nei confronti delle responsabilità di Milano Ristorazione, che è parte lesa e si è rivolta alla magistratura, tanto che è stata aperta un'indagine. Si sono moltiplicati gli episodi: per alcuni abbiamo mandato un richiamo, perché si stava diffondendo un cattivo comportamento da parte dei ragazzi", riferendosi a scherzi di pessimo gusto "emulativi" dei veri ritrovamenti.

"È interesse di tutti fare maggiore chiarezza", ha aggiunto Scavuzzo, "ma non siamo noi a produrre indagini. Noi facciamo le azioni di controllo, che vengono consegnate ai Nas. Sui dettagli dell'indagine non siamo a conoscenza, e siccome non si comprende la natura di alcuni ritrovamenti, non è esclusa alcuna ipotesi".

Soddisfazione è stata espressa da Racca: "Sono molto contenta che siano stati incaricati i Nas, perché hanno la mia totale fiducia, e sono soddisfatta che il lavoro di tanti di noi porti, lunedì, ad avere un consiglio comunale su questo tema", ha detto la consigliera leghista, ribadendo, anche in qualità di farmacista, che "il cibo è salute e vita".

Rimane, per Truppo di Fdi, il problema di separare due argomenti: le responsabilità da una parte, ma dall'altra la mancanza di un protocollo del Comune (e dell'azienda) per intervenire immediatamente, appena c'è un ritrovamento, per prevenire guai e raccogliere segnalazioni di bambini che, eventualmente, sono stati male. Si apre intanto il fronte delle comunicazioni tra commissari mensa. Secondo alcuni genitori, sarebbero a volte tese a "minimizzare" i problemi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ci sarà un consiglio straordinario sulle mense scolastiche

MilanoToday è in caricamento