M4, D'Alfonso al Pd: "Evitiamo trionfalismi, ci costerà una fortuna"

L'assessore al commercio esprime le sue perplessità sulla nuova metropolitana

Franco D'Alfonso

Ancora frizioni nella maggioranza di centrosinistra sulla linea 4 del metrò. Dopo il voto di giunta di venerdì, a fine novembre, che ha sancito definitivamente l'intenzione di continuare con il progetto della nuova metropolitana, l'assessore al commercio Franco D'Alfonso avverte il Partito democratico: "Evitiamo trionfalismi fuori luogo". Pietro Bussolati, segretario metropolitano del Pd, aveva parlato di "grande giornata per la città".

Secondo D'Alfonso, si apre un grande problema di reperimento di fondi per le tranches annuali che il comune di Milano dovrà pagare. L'assessore riferisce di avere votato a favore sul proseguimento della M4 pur avendo fatto mettere a verbale "importanti perplessità". E parla di "triplo salto carpiato che stiamo facendo".

Bussolati aveva lanciato l'ipotesi di vendere quote ancora in possesso del comune di Sea e A2A, ma D'Alfonso avverte: "La legge impedisce la copertura di spese correnti con la vendita dei gioielli di famiglia, che andrebbero in conto capitale. E questa pratica non rientra in una politica di centro-sinistra". Secondo D'Alfonso, la soluzione per dare sostenibilità finanziaria alla M4 passa attraverso "la revisione del sistema di tariffazione integrata": alcuni leggono tra le righe la proposta di aumentare il prezzo dei biglietti dei mezzi pubblici su tutta la Città metropolitana, ma lui frena: "Non ne abbiamo ancora parlato".

LA REPLICA DI MAJORINO (PD) - "Nessun facile entusiasmo", secondo l'assessore alle politiche sociali Pierfrancesco Majorino, che al collega di giunta replica affermando che "Bussolati e Maran hanno rivendicato giustamente il coraggio di una scelta difficile ma utile per il futuro della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Covid, Milano si sveglia in zona arancione: riaprono i negozi. Galli: "Scelta politica"

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento