Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Alberghi in aree industriali, la denuncia del Pd: “Non sarebbe dovuto accadere”

Il Pd: "Noi abbiamo l'impressione che non si siano utilizzate le corrette procedure per costruire questi alberghi. Ne abbiamo segnalati 4, ma potrebbero essere di più. L'assessore Masseroli riferisca immediatamente"

Almeno quattro sono gli alberghi che sono stati edificati in zone industriali e artigianali grazie ad una circolare emanata nel 2003 da alcuni dirigenti comunali della commissione urbanistica: è quanto hanno segnalato i consiglieri comunali del Pd in una conferenza stampa tenutasi nella loro sede di via Marino la scorsa settimana.

  Per il Pd c'è stato un oggettivo aggiramento delle regole vigenti  


"Proponiamo un'interrogazione rivolta al sindaco e agli assessori competenti per conoscere i motivi di questa circolare - ha spiegato Aldo Ugliano - Costruire edifici con funzione alberghiera in aree di quel tipo non era consentito dal piano regolatore, invece, grazie alla circolare, oggi ci sono molti alberghi che non avrebbero neanche dovuto nascere: noi ne abbiamo segnalati 4, di cui uno in via Pellegrini, ma sappiamo che ce ne sono molti di più".


"Una sentenza del Consiglio di Stato ha esplicitamente dichiarato illegittime sia questa circolare sia le due delibere che hanno permesso di edificare grazie allo strumento della DIA convenzionata, in questo modo, tra l'altro, non ci è stato permesso di analizzare i progetti, come invece era previsto, dato che si tratta di zone di particolare tutela - ha aggiunto Ugliano - In casi come questi, infatti, sarebbe stato necessario approvare dei veri e propri piani attuativi passando anche per il Consiglio comunale".


Risale al gennaio del 2010 la sentenza del Consiglio di Stato relativa alle delibere e alla circolare che ha permesso la costruzione degli alberghi segnalati dal gruppo consigliare del Pd, ma ad oggi "Non risulta che la giunta comunale sia intervenuta a tal proposito provvedendo al ritiro o alla rettifica dei documenti ritenuti illegittimi - ha concluso Ugliano - Non sono neanche stati intraprese delle iniziative di autotutela relativamente a questa importante questione".


"Noi abbiamo l'impressione che non si siano utilizzate le corrette procedure per costruire questi alberghi, o, per meglio dire, che questi alberghi non si potessero in questo modo costruire: ora ci chiediamo come mai, com'è avvenuto tutto questo - ha commentato Pierfrancesco Majorino, capogruppo del Pd in consiglio -Pensiamo soprattutto che la giunta, a partire dall'assessore all'Urbanistica Carlo Masseroli, debba immediatamente fornire tutti gli elementi e gli strumenti che comprendere quali siano state le scelte che hanno portato ad un oggettivo aggiramento delle regole vigenti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alberghi in aree industriali, la denuncia del Pd: “Non sarebbe dovuto accadere”

MilanoToday è in caricamento