Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Niente intesa sul Pgt, ma si continua a trattare

Ancora nessun accordo a Palazzo Marino sul piano di governo del territorio. Ieri, in Consiglio comunale, ancora fumata nera. Il Pdl: "Abbiamo fatto un buon lavoro di mediazione". Il Pd alla maggioranza: "Se volete il Pgt, vi conviene tornare a sedervi al tavolo"

Si è arenato di nuovo il Pgt, il nuovo piano di govrno del territorio che sostituirà - una volta approvato - il vecchio piano regolatore della città. Ma di approvazione, ancora, neanche l'ombra dopo l'ennesima fumata nera di ieri a Palazzo Marino. Maggioranza e opposizione non sembrano volersi accordare, adesso l'ostacolo al piano sarebbero alcuni ridimensionamenti della mobilità urbana.

Pe il Pdl, le concessioni offerte sul tunnel stradale Linate-Expo (ridimensionato da previsione a proposta da ridiscutere nel piano di mobilità urbana) e sull'abbassamento degli indici edificatori nel Parco Sud da 0,2 a 0,15 rappresentano un limite invalicabile."Sul Parco Sud e sul Tunnel nessuno può fare più passi avanti quindi è inutile rimetterli in discussione", ha detto a chiare lettere il capogruppo del Pdl Giulio Gallera.

  La maggioranza non vuole tornare sul Parco Sud e sul Tunnel  


Risponde Pierfrancesco Majorino, capogruppo dell'opposizione: "Se volete portare a casa l'adozione del pgt in poche settimane, vi conviene tornare a sedervi al tavolo. Altrimenti siamo pronti a esaminare uno per uno i 1.154 emendamenti che ancora restano da trattare". Schermaglie e un nulla di fatto, ma non è esclusa da ambo le parti la disponibilità a trattare per raggiungere un accordo condiviso. Per la maggioranza, ci si può sedere a trattare sugli indici di densità sulle aree di trasformazione urbana e sulle quote di housing sociale negli ex scali ferroviari. Ma a sinistra non manca chi vorrebbe arrivare a un ulteriore abbassamento degli indici nel parco Sud.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente intesa sul Pgt, ma si continua a trattare

MilanoToday è in caricamento