Politica

Giorno del Ricordo, "Delvecchio nelle Foibe": la scritta sul citofono del consigliere di Forza Italia

Ruggero Delvecchio, molto attivo nel ricordare le vittime delle Foibe, ha trovato anche l'auto vandalizzata

La scritta sul citofono

"Delvecchio nelle Foibe". Così il consigliere comunale di Settimo Milanese Ruggero Delvecchio, sabato 10 febbraio, ha avuto il buon giorno. Con questa scritta sul citofono del suo palazzo. L'esponente politico (candidato con Forza Italia alle regionali del 4 marzo) stava uscendo di casa e, oltre alle parole di cattivo augurio (e cattivo gusto), ha trovato la sua vettura vandalizzata con graffi sul cofano.

"Qualcuno si riempie la bocca parlando di libertà e democrazia ma le loro azioni esprimono odio e rancore", è il commento di Delvecchio, che - da presidente dell'Associazione partigiani cristiani di Settimo - ogni anno organizza una celebrazione del Giorno del Ricordo, che cade proprio il 10 febbraio. "Questo atto infame, che si ripete quasi ogni anno, non mi fa arretrare di un centimetro. Il mio impegno nel ricordare le centinaia di migliaia di martiri colpiti dall’odio umano, sarà ancora più forte", spiega Delvecchio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giorno del Ricordo, "Delvecchio nelle Foibe": la scritta sul citofono del consigliere di Forza Italia

MilanoToday è in caricamento