Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Morto a Milano Luca Cafiero: fu dirigente della contestazione studentesca e deputato

Era nato a Napoli ma viveva a Milano dal liceo. Partecipò - da docente universitario - al Movimento Studentesco del 1968. Fu segretario del Movimento Lavoratori per il Socialismo e due volte deputato

Luca Cafiero (Archivio de L'Unità)

E' morto a Milano, a 80 anni, Luca Cafiero, già parlamentare e docente universitario. Era ricoverato in una clinica. Il decesso è avvenuto domenica 13 marzo, nella mattinata.

Cafiero, nato a Napoli nel gennaio del 1936, è stato un volto noto durante la contestazione studentesca iniziata nel 1968. Frequentò il liceo e l'università a Milano, iscrivendosi al Partito comunista. Iniziò la carriera accademica come assistente di Mario Dal Pra e divenne docente di storia della filosofia in Statale.

Fondò il Movimento Studentesco con Salvatore Toscano e Mario Capanna, poi fu segretario nazionale del Movimento Lavoratori per il Socialismo, che "traghettò" nell'esperienza della neonata Democrazia proletaria e poi, nel 1981, alla fusione con il Partito di unità proletaria per il comunismo (Pdup), già presentatosi come cartello elettorale alle elezioni del 1979. In quell'anno, Cafiero fu uno dei sei eletti del partito.

Si ripresentò poi, nella Nona legislatura, nel 1983 come indipendente nella lista del Pci a Napoli, venendo rieletto. Nel frattempo il Pdup confluì nel Pci e, nel 1984, Cafiero venne cooptato nel comitato centrale del partito.

Dopo la Bolognina Cafiero non condivise la svolta di Achille Occhetto (che diede vita al Pds) e si ritirò dalla politica attiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto a Milano Luca Cafiero: fu dirigente della contestazione studentesca e deputato

MilanoToday è in caricamento