Politica Stazione Centrale / Via Guido Cavalcanti

Fine Ramadan, folla alla moschea abusiva di via Cavalcanti

Sardone (Fi): "Sala si è già dimenticato della promessa fatta in campagna elettorale di chiudere i luoghi abusivi?"

Folla in via Cavalcanti (foto Sardone/Fb)

Fine Ramadan anche per lo scantinato di via Cavalcanti trasformato de facto in moschea abusiva. Un seminterrato di quasi 500 metri quadri, già deposito di manifesti cinematografici, che dall'autunno del 2014 è stato riutilizzato da una associazione islamica (la Bangladesh Cultural and Welfare Association, aderente al Caim) anche per le preghiere, nonostante sia accatastato come C/2, "magazzino senza persone".

Si è già mosso, da tempo, il comune di Milano. Tanto per dire, l'associazione che vi opera non ha potuto aggiudicarsi una delle aree messe a bando da Palazzo Marino per i nuovi luoghi di culto (bando poi ritirato) proprio per via del contenzioso in essere con l'amministrazione comunale. Anche se poi ha vinto un ricorso al Tar, sostenendo che il contenzioso fosse iniziato dopo la presentazione dell'offerta. Sta di fatto che lo scantinato della zona ormai da tempo nota come "NoLo" (North of Loreto) è al centro di quasi ogni dibattito sull'Islam e la moschea in città, tirato fuori come esempio negativo da chi - soprattutto nel centrodestra - di moschee non vuol sentire parlare. 

In campagna elettorale, l'attuale sindaco Giuseppe Sala aveva promesso che "uno dei miei primi atti da sindaco sarà rivolgermi a prefettura e questura perché si arrivi rapidamente alla chiusura di questa, come altre moschee improvvisate che non rispettano le norme di sicurezza". Sala ha fatto in tempo giusto ad insediarsi e a tenere una (dicesi una) riunione di giunta. Ma qualcuno già lo tira per la giacca ricordandogli le parole spese in campagna elettorale. 

Si tratta di Silvia Sardone, consigliera comunale di Forza Italia. In via Cavalcanti, nella mattinata del 6 aprile, moltissime persone si sono radunate davanti al civico 8 per la fine del Ramadan. "Ci chiediamo - scrive in una nota - quale sia l'opinione di Sala su quanto accaduto stamattina, e ricordiamo che un mese fa aveva annunciato il suo impegno per la chiusura di questa moschea abusiva". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine Ramadan, folla alla moschea abusiva di via Cavalcanti

MilanoToday è in caricamento