Politica Porta Ticinese / Via Giosuè Borsi

Moschea, i Cabassi offrono due aree al comune

L'assessore Majorino pronto a riaprire l'albo delle religioni ma - per ora - non a rivelare tutte le aree scelte per i nuovi luoghi di culto

Majorino (assessore al welfare)

Per la nuova moschea, spunta l'offerta di due aree da parte del gruppo Cabassi. Lo stesso gruppo che si avvia a risolvere la questione del Leoncavallo, con la permuta di aree con il comune di Milano e la regolarizzazione del centro sociale. I Cabassi hanno offerto uno stabile in via Borsi, in discreto stato di manutenzione, e un'area al Gallaratese.

Il comune, intanto, non rivelerà subito le aree di sua proprietà scelte per il bando. Sembra comunque certo che vi sia, nella "rosa", l'ex bagno pubblico ed ex carrozzeria di via Esterle, zona via Padova. L'unica 'mossa' attesa da Palazzo Marino per il 4 agosto è la riapertura dell'albo delle associazioni religiose, i cui soli iscritti potranno poi partecipare al bando per i nuovi luoghi di culto.

Aspetteranno ancora un po', dunque, gli islamici. Così come le altre religioni in attesa di luoghi di culto più degni: ad esempio gli evangelici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moschea, i Cabassi offrono due aree al comune

MilanoToday è in caricamento