rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica

"Milano avrà una moschea entro due anni"

E' quanto ha dichiarato il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, a margine del Consiglio comunale straordinario dedicato ai nuovi luoghi di culto. Ha parlato anche Sumaya Abdel Qader

Milano avrà una moschea "realisticamente in un paio d'anni, anche su aree private". E' quanto ha dichiarato il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, a margine del Consiglio comunale straordinario dedicato ai nuovi luoghi di culto.

La precedente amministrazione comunale, guidata da Giuliano Pisapia, aveva promosso un bando che prevedeva la realizzazione di nuovi luoghi di culto su aree pubbliche. Il provvedimento è stato però fermato da una legge regionale approvata nel frattempo al Pirellone dalla maggioranza di centrodestra.

In Consiglio ha parlato anche Sumaya Abdel Qader, eletta nell'assemblea di Palazzo Marino nelle liste del Pd, sul tema dei nuovi luoghi di culto. "Ci giochiamo una partita importante, l'attesa è molto alta, ci aspetta un percorso in salita, ma non privo di un fondo di luce" ha aggiunto chiedendo "a questa giunta e a questo Consiglio di vincere questa sfida". A suo parere la cosiddetta legge regionale antimoschee, che ha bloccato il bando pubblicato dall'amministrazione Pisapia, si sta comunque "rivelando un boomeerang", che ha portato alla chiusura di "nove chiese evangeliche negli ultimi mesi".

Quanto al rischio di infiltrazioni terroristiche evocato da alcuni consiglieri di opposizione ha concluso: "Portateci le prove, tutte, perché è importante sapere dove c'è il pericolo. Nessuno vuole dei jihadisti". Abdel Qader si è detta infine favorevole al "controllo" delle moschee: "Ci deve essere e serrato, ma dall'opposizione ho sentito solo una carrellata di disinformazione strumentale e inesattezze". E poi ha concluso dicendo che "I diritti vanno garantiti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Milano avrà una moschea entro due anni"

MilanoToday è in caricamento