menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Il Pd vuole sfiduciare Gallera per la gestione del coronavirus, Fontana: "Vergogna"

Le parole del presidente della Regione Lombardia sul documento nel quale il Pd chiede un cambio radicale dell'assetto politico e tecnico dell'assessorato regionale al Welfare

Il governatore lombardo Attilio Fontana parla di "vergogna" a proposito della mozione di sfiducia contro l'assessore al Welfare Giulio Gallera presentata da una parte dell'opposizione regionale.

"Lunedì si discuterà in Consiglio una sorta di mozione di sfiducia nei confronti all'assessore Gallera e di tutto lo staff tecnico che ci ha supportato in questo periodo. È una vergogna". Le parole del presidente della Regione Lombardia sul documento nel quale il Pd lombardo chiede un cambio radicale dell'assetto politico e tecnico dell'assessorato regionale al Welfare che ha gestito l'emergenza Covid.

"È una vergogna anche perché si tratta di persone di grandissima qualità, che hanno passato giorno e notte in Regione per dare risposte a quello che succedeva e alcune hanno anche perso la salute, come il direttore generale che è stato in ospedale per 15 giorni" ha detto Fontana a Radio Padania, riferendosi in particolare al dg Luigi Cajazzo colpito dal Covid. Per Fontana, inoltre, il tentativo di sfiducia è "contraddittorio" e "inqualificabile" rispetto all'avvio della commissione regionale d'inchiesta, istituita su richiesta delle opposizioni.

Secondo Fontana, in Lombardia i gruppi di minoranza Pd ed M5S, "si muovono in maniera esattamente in maniera opposta a quella proposta ufficialmente da Conte. Sono tutte situazioni un po' anomale. Vedi a livello nazionale che attacchi vengono rivolti alla Regione Lombardia, è una vergogna nazionale e internazionale che si raccontino tante bugie, che si facciano processi quando ancora la situazione non è completata. È una cosa che ti lascia capire la qualità delle nostre opposizioni, dei nostri avversari politici, che cercano di speculare in ogni modo anche su un dramma come quello che stiamo ancora vivendo. Credo - ha concluso - che queste siano cose non degne di un Paese civile e democratico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Coprifuoco a mezzanotte: l'ipotesi da metà maggio

  • Cronaca

    Una persona è morta travolta da un treno a Milano

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento