rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Politica Crescenzago

"Fontana assassino": il murale comparso a Crescenzago. La procura potrebbe aprire un'inchiesta

Accanto alla scritta il simbolo della falce e martello e la firma 'P. Carcì'

"Fontana assassino". Così recita un murale comparso a Crescenzago, che sembra riferirsi alla gestione dell'emergenza corornavirus in Lombardia da parte del governatore. A causa della scritta la procura di Milano è pronta ad aprire un'inchiesta per minacce. 

Il graffito, accanto al quale sono stati apposti il simbolo della falce e martello, due stelle e la firma 'P. Carcì', è stato realizzato nelle adiacenze del Naviglio Martesana, in via Vittorelli. A breve al pubblico ministero Alberto Nobili, a capo dell'antiterrorismo, arriverà un'informativa della Digos. 

“L’escalation verbale – ha commentato la consigliera regionale della Lega Silvia Scurati – può portare a derive pericolose e ad atti di reale violenza. Purtroppo i cattivi maestri non mancano mai, da Marco Travaglio che nei giorni scorsi ha definito il nostro governatore 'serial killer', alle scritte sui muri dei resistenti per il comunismo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Fontana assassino": il murale comparso a Crescenzago. La procura potrebbe aprire un'inchiesta

MilanoToday è in caricamento