menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Napolitano in Regione: "Un monumento all'Italia delle autonomie"

"Un monumento all'Italia delle autonomie". Cosi' il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha definito la nuova sede della Regione Lombardia che ha inaugurato nella mattinata

"Un monumento all'Italia delle autonomie". Cosi' il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha definito la nuova sede della Regione Lombardia che ha inaugurato nella mattinata insieme al presidente della Regione Roberto Formigoni e all'arcivescovo di Milano cardinale Dionigi Tettamanzi.

"LUOGO MODERNO E FUNZIONALE" - "Sono molto lieto di essere qui ad inaugurare questa sede istituzionale che e' anche un luogo di lavoro operativo moderno e funzionale. E' proprio un monumento all'Italia delle autonomie", ha detto il presidente della Repubblica. Napolitano e' stato accolto da Formigoni, con il quale si e' intrattenuto per 20 minuti a colloquio privato nell'ufficio al 35* piano, poi e' salito al belvedere del 39* (dove ha ricevuto le chiavi simboliche del Palazzo) per entrare infine nella Piazza Citta' di Lombardia, la grande piazza coperta, gremita di dipendenti regionali e di autorita', per la cerimonia dell'inaugurazione, aperta dalle note dell'Inno di Mameli.

LE AUTORITA' - Erano presenti numerose personalita' istituzionali, politiche, militari e civili: il vicepresidente Andrea Gibelli, gli assessori della Giunta regionale, i consiglieri regionali con il loro presidente Davide Boni, i vicepresidenti di Camera e Senato, Maurizio Lupi e Rosy Mauro, il prefetto Lombardi, i presidenti di Provincia, il sindaco di Milano Letizia Moratti, centinaia di sindaci in fascia tricolore, figure di spicco dell'economia, vertici delle forze dell'ordine. Il cardinale di Milano, Dionigi Tettamanzi, ha impartito la benedizione e commentato il passo delle lettere di San Paolo (la prima ai Corinti, cap. 12) dove si parla di comunita' che, analogamente al corpo, ''ha diverse membra ma e' una sola'', per dire che ''le specificita' devono tendere al bene comune''. A fare gli onori di casa, insieme al presidente Formigoni, il segretario generale Nicola Sanese e il sottosegretario alla presidenza Paolo Alli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa, zona arancione e zona gialla: quando serve l'autocertificazione

Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento