Politica

Riapertura Navigli, Sala rilancia: «Referendum da accorpare alle regionali»

Probabile anche un dibattito pubblico: il consiglio comunale si pronuncerà entro settembre

Un rendering di Urbanfile sulla riapertura dei Navigli milanesi

Contrordine, sui Navigli ci sarà un referendum cittadino. Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha rilanciato l'idea all'incontro con i consiglieri di maggioranza specificando però che, per risparmiare denaro pubblico e ottenere un'affluenza maggiore, la data sarà abbinata a quella delle elezioni regionali del 2018 (e magari anche con le politiche, se ci sarà "l'election day"). 

L'idea da presentare alla cittadinanza, come è noto, sarà quella dell'apertura parziale di cinque vasche d'acqua al costo di 150 milioni di euro sfruttando anche i cantieri per la linea 4 del metrò, che in parte (esempio su tutti: via Sforza) si sovrappongono alle vasche.

Video: i primi 2 km dei Navigli

Il consiglio comunale, entro settembre, approverà questo percorso. Potrebbe trovare spazio anche un dibattito pubblico, prima del referendum. Questo dettaglio verrà deciso dai gruppi politici di maggioranza, prima del voto in consiglio comunale. E in maggioranza c'è chi sottolinea già che l'obiettivo finale dovrà essere, però, la riapertura completa del sistema-Navigli.

A dirlo è Anita Pirovano, capogruppo di Insieme per Milano, così come lo hanno fatto presente i Radicali, non presenti in consiglio ma in giunta con Lorenzo Lipparini, che da sempre puntano sull'apertura dei Navigli milanesi.

Dalle opposizioni arrivano critiche. Da Forza Italia la richiesta di indicare esattamente come si reperiranno i fondi per i lavori e l'avvertimento che i milanesi non potranno subire ulteriori disagi per i cantieri che saranno avviati per riaprire le cinque vasche d'acqua.

Dal Movimento 5 Stelle una dura critica sull'uso del referendum («c'è già stato nel 2011 con risultato schiacciante», affermano i pentastellati, anche se si tratta di due consultazioni diverse: questa sarà su un progetto specifico) e un invito a Sala a pensare piuttosto alle sue promesse elettorali (anche se, in realtà, la riapertura dei Navigli è a sua volta una promessa elettorale di Sala, espressa prima del ballottaggio subito dopo l'accordo con Marco Cappato e i Radicali).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riapertura Navigli, Sala rilancia: «Referendum da accorpare alle regionali»

MilanoToday è in caricamento