menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa (foto lomb_popolare, Twitter)

La conferenza stampa (foto lomb_popolare, Twitter)

Ncd cambia nome in regione: diventa "Lombardia Popolare"

Chiesto un cambio di passo a Maroni. Ma si prepara il nuovo movimento di centro che supererà Ncd a ottobre

Il Nuovo Centrodestra (Ncd) cambia il suo nome in consiglio regionale. Prove di rottura o un semplice messaggio (non tanto velato) per i vertici romani del partito, a cominciare dal ministro dell'interno Angelino Alfano? Il capogruppo Angelo Capelli lo spiega così: "Non è per finalità estetiche o di maquillage ma per marcare un punto di sintesi e rilanciare l'azione".

Il nuovo nome del gruppo è "Lombardia Popolare", sulla falsariga del nome utilizzato per le elezioni comunali milanesi del 5 giugno 2016 ("Milano Popolare") e anche il simbolo ricalca quello che si è visto sulle schede elettorali meneghine: sfondo blu e scritta gialla. Durante la conferenza stampa, le spiegazioni dell'iniziativa sono state concentrate sulle politiche regionali: tra diciotto mesi scade la legislatura al Pirellone e si tornerà al voto. Evidente l'intenzione dei centristi di "pesare di più" nello schieramento di centrodestra, cercando di incalzare il presidente della giunta Roberto Maroni su determinate politiche, tra cui la famiglia, la sanità e lo sviluppo economico.

A livello nazionale è in atto una discussione interna a Ncd, sul futuro del partito che, al momento, è in maggioranza insieme a Matteo Renzi. Non è un segreto che Maurizio Lupi ("plenipotenziario" lombardo di Ncd) sia intenzionato ad accelerare sul momento di rottura dell'alleanza con Renzi, mentre i ministri (primo tra tutti Alfano) frenano. Lo stesso Alfano ha però annunciato, per ottobre 2016, un "movimento politico di impronta liberale e popolare che andrà oltre Ncd".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento