Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

«La neve ci costa un euro al giorno per ogni milanese»

Parla di costi "proibitivi" per le Regioni la salatura di strade e marciapiedi, La Russa (Protezione civile): "Ben venga il governo a coprire costi". Intanto ci si prepara a un'altra notte di neve

Milano sotto una coltre di neve in questo febbraio rigidissimo

Nell'area del Milanese, le attività di pulizia delle strade e spargimento sale "costano in media 1 euro al giorno per ogni cittadino". A a fare "due conti" è l'assessore regionale alla Protezione civile, Romano La Russa, in vista di un'altra notte - quella del 11 febbraio - in cui potrebbero abbattersi deboli nevicate su tutto l'hinterland. "Cifre proibitive - spiega  - che aumentano sensibilmente per i Comuni di montagna, dove le frazioni sono isolate e distanti l'una dall'altra".

L'ultima nevicata, spiegano poi da Palazzo Marino, è stata disomogenea raggiungendo nella zona sud della città un accumulo massimo di 5 cm. Le operazioni di salatura, partite dalla periferia per poi convergere verso il centro, hanno visto lo spargimento di 1.700 tonnellate di sale con l'impiego di 397 automezzi e 844 addetti. Le attività di spargimento sale, meccanizzata e manuale, proseguono durante la giornata - assicurano dal Comune - su cavalcavia, sottopassi, assi di penetrazione, vie ad elevata percorrenza, marciapiedi, aree antistanti scuole, ospedali, chiese, fermate di mezzi pubblici. 

"Ben venga, quindi, - prosegue dal Pirellone La Russa - l'impegno del Governo a coprire i costi della seconda fase dell'emergenza, quella che ci prepariamo ad affrontare. Fortunatamente in Lombardia non dovremmo andare incontro a problemi particolari". Dopo la debole nevicata della scorsa notte, infatti, per le prossime ore sono previste precipitazioni nevose di moderata intensità. La Russa precisa che "ancora una volta, in ogni caso, non dovrebbero esserci particolari problemi per quanto concerne la viabilità ed i servizi pubblici. Resta l'allerta per le temperature, particolarmente rigide, e il forte vento che potrebbe soffiare in alcune zone della Regione, come l'Oltrepò Pavese e la pianura orientale".

La Russa fa anche sapere che nella notte trascorsa sono partiti 74 uomini della colonna mobile regionale con destinazione Ancona, Frosinone, Roma e Campobasso. "Abbiamo immediatamente risposto alle richieste pervenute dal Dipartimento nazionale di Protezione civile - aggiunge La Russa -. I nostri uomini sono già nelle località dove serviva maggior aiuto e sono all'opera per attività di assistenza alla popolazione, per velocizzare il ripristino della viabilità stradale primaria e secondaria. Sono equipaggiati con tutto quanto serve per affrontare questo tipo di emergenza e dotati di mezzi idonei a spostarsi anche su ghiaccio e neve". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La neve ci costa un euro al giorno per ogni milanese»

MilanoToday è in caricamento