Nota politica di Sel Corbetta: Il silenzio e' d'oro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

Diciamoci la verità: a Corbetta non si finisce mai di imparare e la noia non abita qui. In realtà, fisicamente o col pensiero, sono in tanti a non abitare qui e ritengono che la dote principale di chi non la pensa come te si debba esprimere con un solo verbo: DIMENTICARE. Ma il pregio dei giornali e delle riviste, verba volant, scripta manent, è che le pagine bianche o patinate che siano, riportano nel tempo ciò che viene detto. E il mondo del web non fa eccezione e non fa sconti: tutto rimane in memoria.

Il nostro compito è stato quello di osservare quanto accadeva e di porre in evidenza le grandi lacune di un'amministrazione che, tanto per dare il buon esempio, dimentica con molta facilità quello che dice e rimuove dalla mente quello che non fa. Nelle scorse settimane si sono susseguite le polemiche fra assessori ed ex assessori confermando, se ce ne fosse stato ancora bisogno, che gli equilibri e la stabilità della maggioranza esistevano solo in apparenza. All'indomani della mozione di sfiducia che ha scatenato la crisi della Giunta, vi avevamo anticipato i nostri dubbi sulle azioni che di li a poco sarebbero avvenute; dubbi che si sono poi rivelate certezze.

L'aspetto più bizzarro (ed il più amaro) della vicenda è stata l'interpretazione del primo cittadino che dalle colonne de "La Voce di Corbetta" ha ribadito il concetto per cui la minoranza " ha fatto mancare il numero legale durante la discussione del Bilancio solo per interrompere la legislatura ". Questa eventualità, ossia la decadenza della Giunta nel caso non si approvi il Bilancio è realmente prevista dalla legge ma, a differenza di quanto scritto, è compito della maggioranza garantire il funzionamento dell'amministrazione e quindi, anche le presenze in aula necessarie per approvare gli atti fondamentali. Ma oltre a questo, un'altra cosa è chiara: se il Sindaco ripropone ben tre mesi dopo la cronaca di quanto accaduto a fine Luglio e non fa menzione dei ritardi già accumulati sulla Scuola Media, sulla nuova RSA e su tutti i progetti rimasti sulla carta, non fa altro che alimentare quei dubbi sul proseguimento del suo mandato che Sinistra Ecologia Libertà di Corbetta ha già espresso da tempo.

A differenza di quanto auspicato dalla ex maggioranza, non intendiamo entrare nella giostra delle polemiche e il caso ha voluto che il numero "speciale" della Voce di Corbetta sia arrivato dopo il nostro comunicato sul Progetto per la Città.
A volte il silenzio è un amico prezioso, specie c'è ben poco da dire.

Sinistra Ecologia Libertà Corbetta

Torna su
MilanoToday è in caricamento