Politica

Penati (Pd): Milano sommersa dai rifiuti se Podestà non decide

Ancora nessun luogo certo per la costruzione del nuovo termovalorizzatore. Dopo la querelle della scorsa settimana, il nuovo monito del vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia, Filippo Penati (Pd): serve il nuovo impianto, subito

Subito il nuovo termovalorizzatore o Milano sarà sommersa dai rifiuti. E' quanto ha annunciato ieri Filippo Penati (Pd), vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia. Il monito è rivolto alla Provincia e al suo presidente, Guido Podestà, dopo il botta e risposta della scorsa settimana.

  400mila tonnellate di rifiuti che non sapremo dove smaltire  


"L'amministrazione provinciale, Guido Podestà, il Pdl e la Lega praticano la politica del coniglio, non hanno il coraggio di assumersi la responsabilità indispensabile per non trascinare Milano nell'emergenza rifiuti - prosegue Penati -. Fra al massimo tre anni in città avremo 400 mila tonnellate all' anno di rifiuti che, se non sarà cambiata l'attuale condizione, non sapremo dove smaltire".

Secondo il piano rifiuti elaborato da Penati quando era alla guida di Palazzo Isimbardi, il nuovo termovalorizzatore (sul luogo di costruzione è ancora buio pesto) garantirebbe l'autosufficienza della Provincia nella gestione dei rifiuti. "Il presidente Podestà però non decide e fa lo scaricabarile sulla Regione" ha concluso Penati. Podestà, la scorsa settimana, aveva sottolineato come la questione termovalorizzatore fosse infatti di competenza della Regione e che era esclusa la sua istallazione all'interno di Parco Sud.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Penati (Pd): Milano sommersa dai rifiuti se Podestà non decide

MilanoToday è in caricamento