Politica Monforte / Via Vivaio

Città metropolitana occupata: la protesta dei lavoratori precari

"Senza di noi, funzioni indispensabili rimarranno senza personale". Il loro contratto scade il 31 dicembre

L'occupazione (foto Coordinamento Precari Città Metropolitana)

Dal 17 dicembre occupano la sala consiliare della città metropolitana in via Vivaio. Sono i 42 dipendenti a tempo determinato, con contratto in scadenza il 31 dicembre 2015, quasi tutti assegnati a settori che si occupano di autorizzazioni ambientali, bonifiche, inquinamento, manutenzione delle strade, manutenzione delle scuole pubbliche.

«I nostri profili tecnici, altamente qualificati, non sono risultati reperibili all'interno dell'ente a seguito di bandi di mobilità», scrivono in una nota, «e la città metropolitana non può procedere a nuove assunzioni fino a tutto il 2016. La nostra assenza bloccherebbe da subito lo svolgimento dei servizi erogati».

I precari si chiedono perché sia stato istituito un ente come la città metropolitana «per poi avviarla subito a 'rottamazione'». Diversi parlamentari hanno promesso che si occuperanno del loro caso, ma il tempo stringe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana occupata: la protesta dei lavoratori precari

MilanoToday è in caricamento