Politica Duomo / Via Tommaso Grossi

La seconda giornata milanese di Barack Obama: dal Cenacolo al discorso in Fiera

L'ex presidente degli Stati Uniti parlerà nei padiglioni della Fiera nel primo pomeriggio

Barack Obama riceve le chiavi di Milano

È iniziata con una visita al Cenacolo la seconda giornata milanese dell'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama. È il giorno più importante del suo soggiorno milanese: l'ex inquilino della Casa Bianca parlerà a Seeds&Chips, nei padiglioni della Fiera, di nutrizione, lotta agli sprechi, sostenibilità e cambiamenti climatici.

VIDEO | Elicottero vola basso in centro

elicottero-3-4

Davanti a lui ci sarà una platea di autorità tra cui il ministro Maurizio Martina che gli regalerà i semi provenienti dall'isola di Lampedusa, il sindaco di Milano Giuseppe Sala che gli consegnerà le chiavi della città e il governatore della Regione Roberto Maroni. Non solo: ci sarà anche l'ex primo ministro Matteo Renzi, che nel pomeriggio di lunedì ha incontrato Obama e insieme hanno chiamato Macron per le congratulazioni.

Lo ascolteranno in platea, discutere con Sem Kess, chef salutista di fama mondiale, oltre 3mila persone. 850 euro il ticket per sentirlo parlare. È la seconda uscita ufficiale da ex presidente dopo l'addio alla Casa Bianca, la prima all'estero.

VIDEO | Obama esce dall'hotel

video-48

Successivamente l'ex presidente degli Usa incontrerà Paolo Palumbo, un ragazzo malato di Sla  che ha scritto un libro di ricette per chi, come nel suo caso, non riesce a deglutire. Lo ha raccontato l'ideatore del Salone, Marco Gualtieri, puntualizzando che è stato contattato dal padre del giovane. «Mi ha scritto all'una e mezza di notte chiedendomi una mano perché suo figlio avrebbe voluto regalare il libro a Obama. Così l'ho invitato a venire con il papà e il medico del Niguarda che lo ha in cura».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La seconda giornata milanese di Barack Obama: dal Cenacolo al discorso in Fiera

MilanoToday è in caricamento