rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Politica

Olimpiadi 2026, i partiti sostengono Sala su Milano capofila

La maggior parte dei capigruppo a Palazzo Marino sostiene il sindaco di Milano sulla città capofila rispetto a Torino e Cortina per i giochi invernali del 2026

Capigruppo dei partiti milanesi quasi tutti d'accordo: il sindaco Giuseppe Sala deve insistere perché Milano sia la capofila sulla candidatura alle olimpiadi invernali del 2026, per le quali il Coni ha deciso di presentare una candidatura italiana condivisa tra Milano, Torino e Cortina d'Ampezzo senza indicare una città "prima inter pares". 

Sala si era detto fortemente contrario a questa impostazione, ritenendo invece indispensabile una governance chiara con una città centrale rispetto alle altre. E così, al ritorno dalle ferie, ha convocato una riunione dei capigruppo di maggioranza e di opposizione per avere un "mandato" politico a trattare con il governo, in particolare con il sottosegretario Giancarlo Giorgetti. Il consiglio comunale, a luglio, aveva già indicato la via della centralità nella governance per Milano.

Lega e Movimento 5 Stelle, i due partiti al governo, non sono stati d'accordo col sindaco. Patrizia Bedori (5 Stelle) ha affermato che le priorità sono altre e che non è giusto farne una questione di campanilismo "perché Torino ha gli impianti e Cortina le montagne", mentre Alessandro Morelli (Lega) è convinto che "Milano sia 'de facto' la capofila, non può sentirsi in difficoltà con Torino o Cortina, e rompere in maniera unilaterale significherebbe danneggiare le possibilità di tutto il Paese". Anche Forza Italia è su questa linea, ritenendo che ora come ora sia il momento di ottenere la candidatura ufficiale per l'Italia dal comitato olimpico.

La maggioranza di centrosinistra è invece schierata compatta con il sindaco. Pd, Milano Progressista e Lista Sala ritengono che (secondo le parole del dem Filippo Barberis) "difendere il ruolo di Milano significa difendere la forza della candidatura italiana, che uscirebbe indebolita dalla soluzione di compromesso partorita dal governo". Stessa linea anche per alcuni gruppi di opposizione di centrodestra, Lista Parisi e Milano Popolare. E anche Basilio Rizzo di Milano in Comune (estrema sinistra) la pensa così. "I miei interlocutori non sono interessati alle olimpiadi", afferma, "ma se si devono fare è meglio che Milano sia la capofila".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Olimpiadi 2026, i partiti sostengono Sala su Milano capofila

MilanoToday è in caricamento