Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Da oggi più traffico in centro, si teme l'aumento di smog

La denuncia dell'associazione "Milano respira" contro l'ordinanza comunale che cambia le regole del carico e scarico.Più permessi nell'area ecopass ma il Comune si difende "Era l'unica via dopo il ricorso dell'Aicai e dei commercianti"

"Da oggi aumenteranno traffico e inquinamento perché molti più camion potranno entrare in centro per caricare e scaricare". Secondo l'associazione "Milano Respira" sarà questa la conseguenza delle modifiche alla regolamentazione dei mezzi per il trasporto merce nell'area ecopass entrata in vigore questa mattina.

 "Un passo indietro contro congestione e smog" l'ha definita l'ex assessore comunale all'Ambiente, Edoardo Croci, che è fra i promotori del laboratorio di sostenibilità ambientale di cui fa parte, fra gli altri, il consigliere dei Verdi, Enrico Fedrighini. Fino ad oggi il carico e scarico era vietato a tutti dalle 7,30 alle 10 e dalle 14 alle 19 (con la possibilità per chi trasporta merce deperibile di viaggiare anche dalle 14 alle 16).

Con le nuove norme, invece, non potranno circolare mai i camion e camioncini euro 0 e euro 1. Ma questo divieto, secondo Milano Respira, è severo solo in apparenza visto che già per metà dell'anno la Regione vieta ai mezzi non catalitici e euro 1 di circolare per 12 ore al giorno e che comunque "solo lo 0,2% dei camion e furgoni che entrano nell'area ecopass appartiene a queste classi". Mezz'ora in più per scaricare l'avranno agli euro 2 e 3 (dalle 9,30) e la circolazione libera 24 ore al giorno per quelli euro 4 e 5, per gli euro 3 benzina e anche per gli euro 2 e 3 che monteranno i filtri antiparticolato. "Circa 16.000 veicoli commerciali in ingresso ogni giorno - ha concluso Croci - potranno sommarsi al traffico automobilistico negli orari di punta con un rilevante aumento della congestione e delle emissioni".

Ma dal Comune fanno sapere che "la ragione per cui sono state cambiate le regole del carico e scarico in centro sono i ricorsi al Tar presentati dall'Unione del Commercio e degli spedizionieri dell'Aicai". Il vicesindaco, Riccardo De Corato, ha spiegato che dopo la sospensiva concessa dal Tribunale lo scorso dicembre l'unica via aperta era quella di trovare un accordo con i commercianti e i trasportatori.

"Quello che abbiamo dovuto fare - ha sottolineato - è stato riparare ad un provvedimento che non reggeva né sul piano amministrativo né su quello politico". Da oggi, secondo il vicesindaco, non aumenterà il traffico - come invece teme Croci - ma ci sarà una "razionalizzazione riducendo la possibilità di circolazione dei veicoli merci più inquinanti all'interno dell'area Ecopass". Ci sarà divieto completo di circolazione per i mezzi non catalitici, per gli euro 1 e 2 il divieto sarà dalle 7,30 alle 19,30, per gli euro 3 senza filtro antiparticolato dalle 7,30 alle 9,30 e dalle 14 alle 19,30 mentre i veicoli più moderni potranno girare liberamente.

"Più un veicolo è ecologico - ha sintetizzato De Corato - più ampia è la fascia oraria in cui può circolare, più un veicolo è inquinante, minore è il tempo a sua disposizione"


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da oggi più traffico in centro, si teme l'aumento di smog

MilanoToday è in caricamento