Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Parcheggi a Milano: con un colpo di spugna cancellati 6 progetti

Cadono sei progetti di costruzione di parcheggi a Milano, in Zona 1 e Zona 7. Castellano (Lavori pubblici): "Troppo alti i costi, e troppi i problemi che avrebbbero portato"

Il parcheggio scambiatore di San Donato

Con 27 voti favorevoli, 11 astenuti e nessun contrario, il Consiglio comunale ha approvato la delibera per lo stralcio di sei progetti del Piano urbano dei parcheggi relativi alle Zone 1 e 7. Si tratta, per la Zona 1, di piazza Fontana, via Zecca Vecchia, via Santa Maria Valle; per la Zona 7, di via Washington/via Caboto, via Washington/via Costanza, via Washington/via Procopio.

La volontà dell’amministrazione è stata supportata dalla Direzione regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Lombardia, che ha espresso parere negativo all’idoneità della localizzazione per i tre parcheggi interrati in Zona 1.

Nel dettaglio, la Direzione regionale ha evidenziato in piazza Fontana-Beccaria criticità legate al valore archeologico, storico, architettonico e ambientale dell’area, con l’obiettivo di tutelare anche un luogo della memoria. Dal punto di vista viabilistico, inoltre, la presenza della struttura "interferirebbe con gli uffici aperti al pubblico presenti in questa zona e con il capolinea dei mezzi pubblici di superficie".

Senza contare che un parcheggio attrarrebbe "ulteriore traffico automobilistico in una zona destinata principalmente alla fruizione da parte dei pedoni". L’area di via Zecca Vecchia è uno dei siti più interessanti dal punto di vista archeologico, essendo sempre stata il fulcro dello sviluppo urbano di Milano sin dall’antichità e coincidendo, in età romana, con lo spazio limitrofo al Foro. In via Santa Maria Valle, altra zona di elevato valore archeologico, storico e artistico, la costruzione di un parcheggio creerebbe anche forti criticità dal punto di vista viabilistico: l’area del parcheggio è accessibile solo da una strada a senso unico e il reticolo storico della zona di modeste dimensioni "non consente una viabilità alternativa che possa servire adeguatamente l’area".

Per quanto riguarda i tre parcheggi residenziali di via Washington in Zona 7 (alle intersezioni con le vie Costanza, Caboto e Procopio), le valutazioni attengono al profilo viabilistico: l’aumento del traffico veicolare, dovuto alla presenza dei parcheggi, creerebbe situazioni di pericolo per l’utenza debole, pedonale e ciclistica. Inoltre, la loro costruzione non è più attuale rispetto al fabbisogno dell’area.

“Un primo importante risultato – afferma l’assessore comunale ai Lavori pubblici Lucia Castellano – a fronte di un lavoro che stiamo portando avanti senza sosta, analizzando le situazioni una ad una per mettere ordine in un’eredita complessa. Andremo avanti anche per riscuotere i diritti di concessione che, nel caso di 10 parcheggi, non sono stati mai versati al Comune: oltre 5 milioni di euro che destineremo ad opere per la mobilità e l’arredo urbano nelle aree dei parcheggi. E il Comune tornerà ad essere garante terzo tra costruttori e cittadini che acquistano un box, per vigilare sui prezzi che troppo spesso aumentano in modo ingiustificato”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parcheggi a Milano: con un colpo di spugna cancellati 6 progetti

MilanoToday è in caricamento