Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica Duomo / Piazza della Scala

"Grazie Giuliano: Milano saprà ancora di più attrarre da tutto il mondo"

Passaggio di consegne a Palazzo Marino. Pisapia: "Ho dato tutto me stesso, e sono sereno di quanto è stato fatto. Abbiamo creato una città affascinante"

Sala e Pisapia (foto Sala/Fb)

Cambio di testimone a Palazzo Marino tra Beppe Sala, vincitore delle elezioni per il centrosinistra, e Giuliano Pisapia, che lascia lo scranno del primo cittadino. La consegna della fascia tricolore è avvenuta martedì pomeriggio. 

E' il sindaco 'arancione' a salutare per primo i presenti, dopo il messaggio di commiato che aveva lasciato ai milanesi. "In questi 5 anni ho dato tutta la mia vita e tutto il mio impegno per e alla città", sottolinea commosso.

"Sono sereno di quello che è stato fatto. Abbiamo creato una città affascinante, attraente, capace nella solidarietà. Passare il testimone a chi vuol fare ancora meglio è motivo di orgoglio e serenità. Renderai Milano ancora più capace di rispondere ai bisogni di tutti (si rivolge con un sorriso a Sala, ndr). Auguri da parte mia e di tutti i milanesi. Milano voleva andare avanti in un percorso che deve essere proseguito, per una città sempre più internazionale e inclusiva", ha concluso tra uno scrosciante applauso. 

Poi la parola passa a Sala. La tensione del momento dura un attimo. E parte spedito: "Sono emozionato, ma c'è molto da fare. La situazione di Milano è positiva, anche se ovviamente con problemi da risolvere. Il merito è di Pisapia e della sua giunta. Milano ha tenuto in momento difficile da punto di vista economico. Mi prendo impegno per Milano sulla sua dimensione internazionale, ma che deve anche aiutare chi ha avuto di meno. Eredito una situazione positiva. Conosco tanti in Comune, e questo sarà sicuramente un vantaggio".

L'ex numero 1 di Expo ha già detto che i nomi della sua squadra saranno fatti in tempi brevi: "L'ossessione per me del tempo rimane, saremo molto rapidi per la giunta, e cercheremo di essere quanto più trasparenti nei confronti della cittadinanza, definendo obbiettivi e comunicandoli. Spiegheremo sempre cosa ci accingiamo a fare".

Infine una promessa: "Ci impegneremo al massimo, e partiamo da una situazione dove l'orgoglio milanese è rinato. Giovani e meno giovani dal mondo saranno attratti dalla nostra grande città. Grazie a tutti quelli che hanno fatto la loro parte in questi anni, grazie Giuliano". 

Arrivano l'abbraccio e la fascia. Per Milano inizia, ufficialmente, una nuova era. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Grazie Giuliano: Milano saprà ancora di più attrarre da tutto il mondo"

MilanoToday è in caricamento