Politica

Piano Parcheggi, La Russa: “Il Comune lo riveda, posti inutilizzati”

"Sono contrario al piano parcheggi". Lo ha detto oggi il ministro La Russa durante la commemorazione dei giudici Falcone e Borsellino. Poi l'invito per Palazzo Marino a rivedere i progetti

I parcheggi interrati a Milano, a partire da quello di piazzale Lavater, non piacciono neanche al ministro della Difesa, Ignazio La Russa. Il ministro, stamattina, intervenendo alla commemorazione per i giudici antimafia Falcone e Borsellino, non ha mancato di accennare al Piano Parcheggi.

Un piano che La Russa ha definito "uno strascico dell'ex assessore Goggi". Serve rivedere il piano nella sua interezza, ha spiegato il titolare della Difesa, perchè "quello che non funziona nel piano è che si tagliano posti auto a pagamento in superficie per realizzare parcheggi sottoterra che non vengono poi utilizzati".

Il piano per i posti auto interrati, secondo il ministro, sarebbe funzionale solo a chi progetta e chi costruisce i parcheggi e non a chi debba effettivamente utilizzarli. "Sono contrario a tutti i parcheggi interrati dove non vanno le macchine" ha concluso La Russa.


Nello specifico il ministro ha portato l'esempio di piazzale Lavater: "Il parcheggio taglia gli attuali 200 posti auto a pagamento in superficie - ha detto - per recuperarne 250 sottoterra che però rischiano di rimanere inutilizzati. Questo è un gioco a perdere".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Parcheggi, La Russa: “Il Comune lo riveda, posti inutilizzati”

MilanoToday è in caricamento