rotate-mobile
Politica

Mobilità a Milano, Biscardini (Psi): "Non basta dire di usare la bicicletta"

Secondo il consigliere comunale eletto nella lista del Pd, la giunta "mette in secondo piano il consiglio" e adotta strategie troppo deboli

"Milano ha ancora bisogno di parcheggi interrati": non lo dice l'opposizione ma il consigliere di maggioranza Roberto Biscardini, socialista eletto col Partito democratico, commentando i primi passi del piano della mobilità sostenibile. Secondo Biscardini, per togliere le auto dalle strade e per ridurre le soste irregolari (quasi 70mila secondo i dati dell'assessore Pierfrancesco Maran) non è sufficiente la politica di revoca dei parcheggi portata avanti dalla giunta di Giuliano Pisapia.

Anche il rapporto auto-abitanti non è una misura molto indicativa: "Non c'è dubbio - afferma Biscardini - che città come Parigi e Londra ne abbiano meno, ma in ragione di un sistema di trasporti molto più potente del nostro". L'obiettivo condiviso da Maran e da Pisapia sarebbe quello di portare quanti più milanesi possibile a rinunciare alle seconde e terze auto (più di 110mila in città), che in media costano 7mila euro all'anno. Per Biscardini, "non ci sono molte soluzioni progettuali ma non basta invocare il maggior uso della bicicletta per risolvere i problemi".

E infine, secondo il consigliere socialista, "sul piano del metodo, il consiglio comunale viene sempre messo in secondo piano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilità a Milano, Biscardini (Psi): "Non basta dire di usare la bicicletta"

MilanoToday è in caricamento